Archivio mensile:giugno 2013

Vangelo della domenica (30-06-2013)

XIIIa DOMENICA TEMPO ORDINARIO:
CRISTIANO E’ CHI HA SCELTO CRISTO E LO SEGUE

13 dom to cGesù, durante il suo ministero, si presenta come un “rabbì”, un maestro che raduna attorno a sé dei discepoli. Il chiamato, per poter collaborare alla missione del Messia, deve esser pronto a condividere la vita e il destino di Gesù, accettandolo come scelta di vita. Non aderisce a una dottrina, una morale, una religione o una tradizione, ma si lega alla sua.
La vita in comune col “Maestro”  trasforma il “discepolo”  in collaboratore: Gesù lo prepara a questo compito e lo mette in grado di diffondere il richiamo di Dio ad Israele. L’atto di seguire Gesù rappresenta per loro quasi una professione. Per questo devono abbandonare quello che precedentemente esercitavano. Continua a leggere

Attualità (30-06-2013)

PACE E GIUSTTIZIA

Nel 1963, 50 anni fa, a Concilio appena iniziato, Papa Giovanni XXIII pubblicava l’enciclica “Pacem in terris”. Poco tempo dopo il Papa “buono” moriva. Si può considerare, perciò, questa enciclica come il suo testamento spirituale.
In realtà essa tratta solo marginalmente i temi della pace e della guerra (solo in 4 numeri su 91, in cui parla del disarmo di fronte al grave pericolo della guerra atomica).
L’enciclica invece parla delle condizioni per realizzare una convivenza nella pace: la prima è riconoscere che “ogni essere umano è persona, soggetto di diritti e di doveri, che scaturiscono immediatamente dalla sua stessa natura. Diritti e doveri che sono perciò universali, inviolabili, inalienabili”. Il rispetto dei diritti degli altri e l’adempimento dei propri doveri assumono un’importanza fondamentale, per la costruzione della pace. Continua a leggere

Avvisi (30-06-2013)

AVVISI PER LA SETTIMANA

Martedì 2, a Massarosa, ore 21.15:incontro sulla Parola di Dio.
Mercoledì 3, ore 18.30 a Piano del Quercione: s.messa.
Sabato 6: Giornata insieme con le famiglie della 3a elementare della
Pieve a Elici e Piano del Quercione.
Ore 9.00: partenza dalla chiesa di Pieve a Elici per Torcigliano,
Passeggiata fino al Lucese, giochi e pranzo “porta e condividi”
Nel pomeriggio rientro a Torcigliano.
0re 18.30: s messa e conclusione.

Vangelo della domenica (23-06-2013)

XII° DOMENICA TEMPO ORDINARIO:   “CHI DITE CHE IO SIA?

XII dom t.o anncAlla domanda di Gesù circa la sua identità e missione (vangelo) Pietro risponde: “Tu sei il Cristo di Dio!”. C’è diversità su come intendono il Messia gli apostoli, che riflettono la mentalità corrente, e Gesù. Essi intendono il Messia come potere. Lui come amore. Gesù avrebbe potuto ricondurre l’uomo a Dio anche attraverso il potere usato come amore. Ma l’uomo Gesù sceglie di attuare la sua missione mediante l’amore “puro”, ossia unicamente con l’amore, con l’appello alle coscienze, con la donazione, il servizio, la pazienza, la dolcezza, i mezzi poveri. Perché questa è l’unica via per la trasformazione dei cuori. Gesù non potrà mai accettare di essere quello che i connazionali vogliono che sia. Egli sarà quello che il Padre vuole che egli sia: la vera immagine di Dio e la vera immagine dell’uomo, il vero volto di Dio e il vero volto dell’uomo.  Continua a leggere

Attualità (23-06-2013)

QUALE RELIGIONE

Siamo nell’”anno della fede”, indetto dal Papa. Cosa comporta per la nostra comunità? Il Convegno Diocesano di lunedì 17 e martedì 18, presieduto dal Vescovo, ha proposto delle interessanti considerazioni e riflessioni su “Cristiani senza religione?”. Quali conseguenze ne possiamo trarre per la nostra vita pastorale? Alla riunione dei catechisti del 12 giugno, nella quale si è fatta una verifica dell’anno catechistico appena concluso e si è iniziata la programmazione del prossimo, c’erano meno di 10 catechisti. Alcuni non hanno mai partecipato agli incontri di preghiera e di formazione che si sono tenuti durante l’anno. Quale tipo di fede e di religione proporranno ai bambini e ai ragazzi? Continua a leggere

Avvisi (23-06-2013)

MERCATINO DEL CENTRO   “TI ASCOLTO”

Ogni lunedì, in via Cenami, 371 (accanto all’ex cinema), dalle 17 alle 19 è aperto il “Mercatino” del Centro “Ti ascolto”. Vi si possono trovare oggetti di vario tipo raccolti qua e là. Tutto il ricavato va al Centro “Ti ascolto”.

CATECHISTI

Mercoledì 19 si è svolta la riunione dei catechisti per la verifica dell’anno catechistico concluso e la programmazione del prossimo. Il lavoro continuerà in una due giorni che si terrà sabato 17 e domenica 18 a Casoli di Camaiore, a partire da un documento della CEI che coloro che non erano presenti possono ritirare in parrocchia. Continua a leggere

Vangelo della domenica (16-06-2013)

XI° DOMENICA  TEMPO ORDINARIO:    L’AMORE DI DIO
VINCE IL PECCATO

XI dom t.o. annoc

Gesù salva i peccatori. Si manifesta, così come Dio, perché, nella coscienza dei Giudei solo Dio può perdonare i peccati.
L’uomo è tanto più vicino a se stesso quanto più è vicino agli altri, all’Altro per eccellenza che è Dio. La chiusura agli altri e a Dio “disintegra” l’uomo. La schiavitù, la fame, la miseria, la guerra, la violenza… sono i segni visibili del peccato.
L’uomo può togliere a se stesso e agli altri la vita, ma non può ridarla. Questo potere è solo di Dio, e si manifesta in Gesù, il quale smonta la falsa immagine di Dio per la quale “santità” è rifiuto assoluto del peccatore; ma Dio è “no” assoluto al peccato, non al peccatore. Quando l’uomo si sente peccatore può rivolgersi a Dio con fiducia e ottiene gratuitamente da Lui il perdono e la vita. Continua a leggere

Attualità (16-06-2013)

LA CROCE E LA SPADA

“ Beati gli operatori di pace” (Mt 5, 9), e“Cristo è la nostra pace” (Ef 2, 14): Ho meditato a lungo queste affermazioni del Vangelo di Matteo e della lettera di S. Paolo agli Efesini già nei primi anni di ministero, al punto da maturare la convinzione che la pace è un valore assoluto della teologia e della testimonianza cristiana, perché testimoniare la pace è testimoniare Cristo. Allo stesso tempo ho maturato una convinta posizione pacifista e antimilitarista, che mi portò allora a sostenere l’obiezione di coscienza e a promuovere, quando si discuteva il rinnovo del Concordato tra Stato e Chiesa, il distacco dell’Ordinario militare e dei cappellani dalla struttura gerarchica delle Forze Armate, affidando l’assistenza religiosa nelle caserme alle chiese locali, come avviene per le carceri e gli ospedali. L’esperienza della direzione della Caritas Italiana, che formava ogni anno circa due mila obiettori di coscienza in servizio civile e poi della Scuola nazionale di Educazione alla pace, mi hanno confermato in questa convinzione. Continua a leggere

Avvisi (16-06-2013)

CATECHISTI

Mercoledì 19 si è svolta la riunione dei catechisti per la verifica dell’anno catechistico concluso e la programmazione del prossimo. Il lavoro continuerà in una due giorni che si terrà sabato 17 e domenica 18 a Casoli di Camaiore, a partire da un documento della CEI che coloro che non erano presenti possono ritirare in parrocchia.

CAMPI ESTIVI PER RAGAZZI

Come ogni anno stiamo programmando per l’estate i campi estivi per ragazzi. Sono un’ottima occasione per fare l’esperienza di comunità nella corresponsabilità, l’ascolto e il confronto reciproco, per un contatto sano con la natura e per approfondire l’esperienza di fede. Abbiamo bisogno di animatori e di collaboratori di vario genere (es. cucina). Chi è disponibile prenda contatto con la parrocchia. Continua a leggere

Vangelo della domenica (9-06-2013)

X° DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
CRISTO CHE VINCE LA MORTE E’ LA SALVEZZA

x domenica anno c

 La lettura dell’Antico testamento (prima) e quella del Vangelo sono simili e, allo stesso tempo, presentano delle differenze importanti. La vedova di Zarepta, che aveva ospitato l’uomo di Dio, il profeta Elia, nonostante che avesse visto il non esaurirsi della sua farina e del suo olio, di fronte alla morte del suo bambino,  pensa che Dio sia entrato nella sua casa  per castigarla dei suoi peccati. Per questo prima l’ha ridotta in miseria, ed ora le è morto il figlio. Non sapeva che Dio non è un dio di morte, ma, come subito le si rivela ,  di vita. La risurrezione avviene per opera di Elia il quale non si presenta come donatore di vita, ma come uno che invoca colui che la dona. Così sono i profeti e i santi: i loro miracoli non rivelano il potere di donare la vita. ma la loro intercessione presso l’unico Datore della vita: Dio creatore. Continua a leggere