Archivio mensile:giugno 2014

Vangelo della domenica (29-06-2014)

Ss. APOSTOLI PIETRO E PAOLO
DISCEPOLI E MISSIONARI

5614Simone era un pescatore di Cafarnao, sul lago di Genezaret. Il fratello Andrea lo introduce al seguito di Gesù, ma è probabile che sia stato preparato a questo incontro da Giovanni Battista. Gesù gli cambia nome e lo chiama “Pietra”, per realizzare nella sua persona il tema della pietra fondamentale. Simon Pietro è uno dei primi testimoni che vede la tomba vuota ed ha una speciale apparizione di Gesù risorto.
Dopo l’ascensione egli prende la direzione della comunità cristiana, enuncia le linee programmatiche della Buona Novella e, per diretto intervento dello Spirito Santo, è il primo a prendere coscienza della necessità di aprire la Chiesa ai pagani. Continua a leggere

Attualità (29-06-2014)

MISERICORDIE E DONATORI DAL PAPA

60 mila volontari delle Misericordie e dei Donatori Fratres, sabato 14 giugno si sono incontrati con Papa Francesco. Solo dalla Toscana, i volontari delle Misericordie erano 20 mila. Una folta delegazione ha partecipato anche da Massarosa.
Alle 12, il Papa si è presentato in piazza S: Pietro suscitando un’immensa esplosione di gioia della folla e il Card. Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, ha preso la parola ricordando la tradizione secondo la quale il vescovo del capoluogo toscano è anche capo di guardia nella Misericordia di Firenze. “L’operoso servizio delle Misericordie, accanto a tutti quelli che soffrono –ha proseguito– ha preso forme diverse nei tempi, per rispondere a sempre nuovi bisogni; un servizio che non si svolge in una gelosa separatezza, ma entra in dialogo e collaborazione con altre realtà del volontariato e con le istituzioni della società civile”. Continua a leggere

Vangelo della domenica (22-06-2014)

CORPUS DOMINI CRISTO RIMANE SEMPRE CON NOI

L’uomo fa l’esperienza singolare di una persona misteriosa ma reale, che tocca il centro del suo essere; una presenza che ispira un ineffabile sentimento di fiducia, di sicurezza, e che lo appella nell’intimo. E’ la rivelazione e la presa di coscienza della presenza creatrice di Dio che ci fa esistere, di quel Dio “nel quale viviamo, ci muoviamo, ed esistiamo” (Atti 17,21), una presenza che “sostenta” l’uomo, lo “nutre” (1a lettura). Continua a leggere

Attualità (22-06-2014)

ANALFABETISMO RELIGIOSO

Sono stati pubblicati recentemente i dati di una ricerca, svolta a livello nazionale dalla Fondazione per le Scienze religiose di Bologna sulla istruzione religiosa dei credenti.
E’ confortante il dato che solo il 15 % degli italiani si dichiara ateo o non credente, ma sono veramente sconfortanti i dati riguardanti l’istruzione religiosa. Alcuni esempi: un italiano su cinque pensa che l’autore dell’intera Bibbia sia Gesù, uno su quattro è convinto che a scrivere la Bibbia sia stato Mosè.
Il preoccupante tasso di analfabetismo religioso è il frutto di un sentimento che poggia su tracce cristiane infantilistiche, anche nel linguaggio e nelle immagini, che rivelano tutta la loro inadeguatezza e marginalità rispetto a ciò che conta nel mondo adulto. Continua a leggere

Vangelo della domenica (15-06-2014)

: SS.ma TRINITA’
DIO E’ COMUNITA’ D’AMORE

Nell’esperienza religiosa, Dio rappresenta la profondità ultima della nostra vita, la fonte e la mèta di tutto il nostro essere. Questo fondo intimo della nostra persona si manifesta nell’apertura del nostro “io” verso un “tu” e nella serietà di tale inclinazione. Così vediamo impressa in noi la realtà profonda di Dio: la Trinità; vediamo impresso in noi il mistero di Dio-Comunità, il mistero di comunione di vita: Dio che è Padre, Figlio, Spirito Santo. Continua a leggere

Attualità (15-06-2014)

VERSO QUALE EUROPA?

Dopo le elezioni per il Parlamento europeo, che hanno visto la sostanziale tenuta delle forze a favore dell’Europa, ma anche l’avanzata di quelle euroscettiche, tentiamo di fare una riflessione sul futuro che ci attende come cittadini europei e come cristiani, considerato il fatto che, proprio come credenti, abbiamo più volte rivendicato, a ragione, le radici cristiane dell’Europa. Ma un albero, più che dalle radici, si valuta dai frutti. Continua a leggere

Vangelo della domenica (8-06-2014)

PENTECOSTE
LA CHIESA VIVE NELLO SPIRITO SANTO

Durante il tempo pasquale la liturgia ci ha fatto meditare sulla presenza del Risorto nella chiesa, sul dono dello Spirito, sulla chiesa in quanto segno della vita nuova nata dalla Pasqua del Signore. Nella Pentecoste, la parola di Dio ci presenta la nuova realtà della chiesa, frutto della risurrezione e dono dello Spirito. Il racconto che Luca fa della discesa dello Spirito Santo sui discepoli e Maria, riuniti nel cenacolo, richiama l’alleanza che Dio aveva stabilito col popolo ebraico, attraverso Mosè, sul Sinai al momento della consegna della legge. Continua a leggere

Attualità (8-06-2014)

I RAGAZZI E INTERNET

I ragazzi di oggi sembrano avere una familiarità senza precedenti con la tecnologia e spesso i genitori fanno fatica a guidare i figli sulla via giusta e a intercettare per tempo eventuali disagi. Tale familiarità comporta dei rischi, che non sono solo quelli di orchi e pedofili, ma anche i disturbi da dipendenza, invio e ricezione di immagini sessualmente esplicite (sexting), reputazione, virus e furto d’identità. Continua a leggere