Archivio mensile:ottobre 2014

Vangelo della domenica (2-11-2014)

SOLENNITA’ DI TUTTI I SANTI
E COMMEMORAZIONE DEI FEDELI DEFUNTI

Con la festa di “tutti” i santi, facciamo memoria di coloro che hanno vissuto il vangelo nella fedeltà di ogni giorno, soprattutto quei santi anonimi che non sono e non saranno mai riconosciuti ufficialmente, sia quelli che non conosciamo, sia quelli che hanno vissuto vicino a noi, e riconosciamo come santi, poiché hanno vissuto la fede nella loro vita.
E’ la festa della chiesa, di tutti i salvati, anche di noi che nel battesimo abbiamo ricevuto il germe della santità e siamo in comunione con tutti i santi del cielo. Siamo in festa perché abbiamo ricevuto il dono della santità. Ogni dono comporta, da parte di chi lo riceve, impegno e responsabilità. Continua a leggere

Attualità (2-11-2014)

LA MARCIA DELLA PACE

La pace sembra non rientrare nei piani dei grandi della terra, e neppure in quelli di quei folli che, in nome di Dio e di non si sa quale fede, mettono al centro il proprio io e i propri interessi.
In realtà, la pace continua ad alimentare sogni e speranze di un mondo nuovo. In una visione che mette insieme valori, diritti e utopie in gran parte disattesi, ma ancora ben radicati nella coscienza di tanta gente e di tanti giovani. Continua a leggere

Vangelo della domenica (26-10-2014)

XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
L’INCONTRO DI DUE AMORI

Bisogna allontanarsi dagli uomini per trovare Dio? E chi ha trovato Dio può ancora ritornare verso gli uomini e vivere con loro, interessarsi di loro?
In altre parola, l’amore di Dio e l’amore degli uomini sono compatibili o, al contrario, l’uno esclude l’altro in modo che bisogna assolutamente fare una scelta?
Ognuna di queste domande ha ricevuto da Gesù una risposta essenziale: il primo comandamento è di amare Dio, e il secondo, che gli è simile, è di amare gli uomini. Non si può dunque pensare che l’amore verso Dio provochi l’esclusione dell’uomo. Continua a leggere

Attualità (26-10-2014)

IL SINODO SULLA FAMIGLIA

Si è concluso, domenica 19 ottobre il Sinodo straordinario sulla famiglia. Era stato preparato con un’ampia consultazione in tutte le parrocchie e con dibattiti che avevano coinvolto anche illustri personaggi della chiesa su questioni che, si presumeva, il Sinodo avrebbe dovuto trattare, in particolare l’ammissione ai sacramenti dei divorziati risposati, le coppie di fatto e omosessuali. Questo sinodo avrebbe dovuto solo studiare le situazioni e porre le questioni, ed è rimandata alle prossimo sinodo, che si celebrerà nell’ottobre del 2015, l’elaborazione di decisioni da prendere. Continua a leggere

Vangelo della domenica (19-10-2014)

XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO –
 DATE A CESARE…

XXIX dom anno aLa risposta di Gesù a coloro che volevano tendergli una trappola è celebre. Ciò che importa a Gesù è il regno di Dio. Per questo è venuto sulla terra. Questa è la realtà fondamentale. Di fronte a questo annuncio tutto passa in secondo piano. Gesù non vuol negare la funzione di Cesare, ma vuol colpire i suoi avversari che non hanno compreso la sua missione e dimenticano la questione decisiva.
Spesso questo brano viene usato per affermare l’autonomia tra la Chiesa e lo Stato. Ma Gesù, probabilmente, non aveva questa intenzione; tuttavia egli indica una direzione. Continua a leggere

Attualità (19-10-2014)

L’OTTAVO COMANDAMENTO

“Non dire falsa testimonianza”. La lettura cristiana di questo comandamento condanna tutte le offese alla verità, tra cui il rispetto della reputazione altrui, la maldicenza, la calunnia e la menzogna.
In gioco c’è il prossimo, l’altro, il rispetto dell’altro.
Troppo spesso si guardano con sufficienza gli altri; si avanzano giudizi poco circostanziati e frutti di preconcetti, anche nella chiesa. La sufficienza e la supponenza con cui si guardano gli altri rende ostili, indifferenti, sordi, incapaci di cogliere il dono nascosto che, invece, dovremmo far emergere e riconoscere nell’altro. Continua a leggere

Vangelo della domenica (12-10-2014)

XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
IL GRANDE RADUNO FINALE

Il tema della “convocazione” e del “raduno” universale percorre tutta la Scrittura come un obiettivo che Dio si è prefisso fin dall’origine del mondo. Questo disegno si realizza in Cristo. Dio vuole operare questo raduno attraverso il popolo di Israele, ma, a seguito del suo rifiuto, questa riunione universale si farà intorno al Cristo crocifisso e risorto.
E’ Dio, attraverso Gesù, che convoca questo raduno, ma il suo disegno di riunificazione non potrà riuscire senza l’attiva partecipazione e collaborazione dell’uomo. Il regno di Dio non discende dal cielo come un lampo. Se è vero che Cristo costituisce la pietra d’angolo della costruzione, gli uomini non possono esimersi dal collaborare all’innalzamento dell’edificio. Più nessun privilegio è riconosciuto ad Israele per questa riunione universale. E’ l’atto di nascita di un nuovo universalismo, del resto già previsto nell’antico Testamento. Il convito sul monte il Signore lo preparerà per tutti i popoli (1a lettura). Continua a leggere

Attualità (12-10-2014)

IL CENTRO “TI ASCOLTO”

Prosegue ed aumenta l’attività del Centro “Ti Ascolto”, animato e gestito dalle parrocchie della sottozona pastorale che va da Montramito a Massaciuccoli, comprendendo anche le parrocchie della collina della Pieve a Elici.Il flusso ai servizi di ascolto e di aiuto offerto dal Centro è notevolmente aumentato.
Alla base, vi stanno i disagi legati dalla crisi economica; la mancanza di lavoro, le difficoltà a pagare l’affitto o il mutuo e le bollette per i consumi di casa, ma anche ad acquistare i beni di prima necessità. Emergono anche forme di vulnerabilità, legate a fratture delle famiglie: separazioni, divorzi e lutti. Continua a leggere

Vangelo della domenica (5-10-2014)

XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
IL GIUDIZIO DI DIO SUL SUO POPOLO

La vigna e la sposa sono immagini che frequentemente ricorrono nell’Antico Testamento per indicare il rapporto del popolo con il suo Dio. Nelle letture di questa domenica le due immagini si sovrappongono. Le attenzioni di cui la vigna è circondata sono quelle che Dio prodiga alla sua sposa. Il legame tra le due immagini è testimoniata anche dal salmo 128: “la sposa è come vite feconda nell’intimità della casa”.
Il giudizio che Dio porta sulla vigna si svolge in pubblico, come esigeva la legge in caso di adulterio. La condanna della vigna alla sterilità è la maledizione inflitta alla sposa infedele. Continua a leggere

Attualità (5-10-2014)

IL SINODO SULLA FAMIGLIA

Dal 5 al 19 ottobre si terrà a Roma il Sinodo dei vescovi. Si tratta di una assemblea di vescovi di tutto il mondo, radunati in un clima di preghiera e di ascolto per uno scambio sereno sulle esperienze e le sfide pastorali che vive la gente e su come, ascoltando il vangelo, in comunione con il Papa, trovare vie nuove da prendere con i fedeli, le comunità e i pastori.
Il tema assegnato da Papa Francesco al Sinodo è quanto mai attuale e importante: “Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto della evangelizzazione”. Sull’argomento sono già state coinvolte tutte le diocesi in una riflessione e nella ricerca di proposte operative attraverso un questionario. Il Sinodo avrà il compito di studiare la situazione. a partire anche dai risultati dei questionari; e, nell’ottobre del 2015, si riunirà di nuovo per definire le proposte concrete. Continua a leggere