Archivio mensile:dicembre 2014

Attualità (28/12/2014)

I BAMBINI IN CHIESA

Quante parole si spendono su questo argomento ( anche nel foglietto non è la prima volta che trattiamo di questo argomento), quanta attenzione perché i piccoli in chiesa facciano silenzio. Perché altrimenti possono disturbare o sono occasione di distrazione e brusio.
E poi, quanto un bambino deve stare in chiesa ? Deve partecipare a tutta la messa oppure basta che ne prenda un ‘pezzettino’ ? A quale età poi devono cominciare a venire a Messa ? Etc… Continua a leggere

Vangelo della domenica (21-12-2014)

4a DOMENICA DI AVVENTO
ECCOMI, SONO LA SERVA DEL SIGNORE

 4797_180Dio non si lascia mettere in tasca!
Credo che questa potrebbe essere la frase che riassume uno degli insegnamenti della Parola di Dio di questa quarta domenica di Avvento.
Possiamo portare in tasca il rosario, un santino di Padre Pio o anche costruire una piccola grotta di Lourdes nei nostri giardini e facciamo bene perché tutti questi gesti esprimono il nostro desiderio di vivere in comunione con Lui ma chi pensasse di aver “addomesticato” Dio si troverebbe ben presto a fare i conti con colui “le cui vie non sono le nostre vie”. Continua a leggere

Attualità (21-12-2014)

I SIMBOLI PIU’ COMUNI  DEL NATALE

Si è ripetuto anche quest’anno tra le vie di Massarosa il presepe vivente con tanta gente che è venuta a visitarlo richiamata da questo evento .
E’ proprio il presepio il segno caratteristico del tempo natalizio e rappresenta la bellezza del mistero di Dio che si è fatto uomo e ha posto la sua tenda in mezzo a noi (Gv 1,14).
Il nome presepio, deriva dal latino praesaepe che significa ‘greppia’, ‘mangiatoia.
Secondo la tradizione esso ha origine dal desiderio di San Francesco tornato da un viaggio in Terrasanta, di far rivivere in uno scenario del tutto naturale la nascita a Betlemme. Continua a leggere

Vangelo della domenica (14-12-2014)

2a DOMENICA DI AVVENTO
DIO VIENE PER FARCI TORNARE A LUI

4798_180In questa terza domenica di Avvento incontriamo ancora Giovanni Battista. Il suo messaggio: “preparate le vie del Signore” sembra essere messo in ombra dalla domanda dei sommi sacerdoti e dei leviti: “Tu, chi sei?”. In effetti in questa domenica si parla più del messaggero che del messaggio. Ma scopriremo presto che la conoscenza del profeta è ugualmente annuncio. Continua a leggere

Attualità (14-12-2014)

IL PRESEPE E LA CROCE

Un filo sottile per noi cristiani lega la nascita di Gesù e la sua passione e morte. Il legno della mangiatoia ci riporta al legno della croce e il freddo della notte di Natale, già ci presenta la freddezza dell’amore e dell’amicizia che Gesù durante la sua vita ed in modo particolare quando sarà innalzato sulla croce troverà accanto a sé (eccetto sua Madre e alcune altre persone).
Oggi, spesso polemiche inutili e tante volte fuori luogo, vorrebbero eliminare da molti ambienti sia il segno del presepe che quello ancora più forte per noi cristiani della croce. Continua a leggere

Vangelo della domenica (7-12-2014)

2a DOMENICA DI AVVENTO
DIO VIENE PER FARCI TORNARE A LUI

. La seconda domenica di avvento da una parte richiama l’attesa del Signore e di ”cieli nuovi e terra
A partire dalle letture bibliche possiamo comporre un vademecum per il presente come frattempo, tra il tempo “realizzato” in Gesù e i tempi “in fase di realizzazione” degli uomini. Le preghiere della messa chiedono di sbilanciare l’attenzione verso il compimento di Dio: “fa che il nostro impegno nel mondo non ci ostacoli nel cammino verso il tuo Figlio” e “insegnandoci a valutare con sapienza i beni della terra, nella continua ricerca dei beni del cielo”. Continua a leggere

Attualità (7-12-2014)

L’EUROPA DI PAPA FRANCESCO

Questa estate un giornale francese ha pubblicato un numero speciale intitolato: “La caduta di Roma”, nel quale con una ipotesi suggestiva, ma non del tutto irreale, prefigurava per l’Europa una crisi irreversibile come quella che 1500 anni fa portò alla fine dell’Impero Romano.
Oggi come allora sono in crisi sia l’economia, sia la civiltà. L’Europa sembra incapace di crescere e di progredire (ma poi quale crescita e quale progresso?), divisa da interessi nazionali contrastanti, di vincere la disoccupazione e il divario sempre maggiore tra ricchi e poveri e di difendere quello “stato del benessere” che l’ha contraddistinta finora. Continua a leggere

Vangelo della domenica (30-11-2014)

I DOMENICA DI AVVENTO  VEGLIATE, VEGLIATE!

Si cerca Dio, molto spesso, quando le cose vanno male o ci troviamo in una situazione difficile. Ma è giusto chiedere a Dio di risolvere i nostri guai? Non è più dignitoso per l’uomo accettare la propria sconfitta e sfidare un destino avverso con le proprie forze?
E’ proprio necessario purificare l’immagine che abbiamo di Dio. Egli è un “Dio degli uomini”, non un dio lontano, nei cieli, disinteressato alle vicende terrene. Egli ha posto nell’uomo la sua immagine, e perciò la nostra identità non può prescindere dalla sua fisionomia; egli che ci ha dato la vita, fa parte della nostra storia, e perciò il nostro avvenire non si compie che attuando i suoi progetti; egli ci ha creati liberi, e perciò non forza le nostre decisioni, ma interviene con dolcezza e aspetta con pazienza che accettiamo di dialogare con lui come persone. Continua a leggere