Archivio mensile:gennaio 2019

Vangelo della domenica (27-01-2019)

III domenica del t.o. anno c -UNA COMUNITA’ CHE ASCOLTA

La liturgia richiama la nostra attenzione sul ruolo della Parola, l’ascolto della quale crea comunità. L’ascolto è un atto di fiducia, con il quale ci affidiamo a colui che riteniamo “affidabile” nella e per la nostra vita. Per i cristiani è il Padre che Gesù rivela mediante la sua parola: essa diventa la vera parola di Dio, sulla quale possiamo fare affidamento. Essa crea quel legame di comunione, con lui e tra di noi, che ci rende credibili anche di fronte al mondo come suoi testimoni.
Il vangelo di oggi ci porta nella sinagoga di Nazareth: qui Gesù annuncia l’”oggi” della liberazione, un “oggi” che si fa sempre attuale ogni volta che la comunità credente fa memoria di questo evento. Anche il rifiuto di allora ad accettare Gesù come parola di Dio ha forza di provocazione per i cristiani di tutti i tempi.

Continua a leggere

Attualità (27-01-2019)

GUERRA GIUSTA?

Ho sempre partecipato con un certo imbarazzo alle commemorazioni della vittoria della prima guerra mondiale presso i monumenti ai caduti presenti in quasi tutti i paesi. Presenziavano le autorità civili e militari, le associazioni di ex combattenti e le scuole. Ho provato un po’ di sollievo quando non sono più stato invitato, come “autorità religiosa”, forse anche perché le mie brevi riflessioni e preghiere non erano in linea con l’enfasi e la retorica di tali celebrazioni. Continua a leggere

Vangelo della domenica (20-1-2019)

II domenica del t.o. anno c – LA GIOIA CHE CREA COMUNITA’

Il primo dei “segni” che accompagnano la missione di Gesù è stato compiuto in un contesto gioioso di una festa di nozze. A Cana di Galilea Gesù offre un assaggio del regno di Dio che egli annuncia: la trasformazione dell’acqua in vino allude, in un linguaggio chiaramente simbolico alla “novità” che lui è venuto a portare, e alla gioia di una liberazione. La Legge viene superata dalla Grazia, il tempo messianico della salvezza annunciata trova in lui il suo compimento. Nella gioia nasce una nuova comunità!

Continua a leggere

Attualità (20-1-2019)

IL VANGELO E LA GIOIA

Il vangelo delle nozze di Cana, che leggiamo nella liturgia di oggi, ci presenta il tema della gioia e sembra chiederci: cosa sarebbe la nostra vita senza la gioia?
Nelle omelie si dice spesso che il vangelo è gioia, quella vera, non quella cercata nella droga, nell’alcool, nello stordimento dei weekend.
Come portare questo annuncio in modo efficace? Papa Francesco ci ha provato con l’Evangelii Gaudium, “la gioia del vangelo”.
Quando la predichiamo nelle nostre chiese, la gente, lì per lì, ci crede. ma poi… la realtà è un’altra. Se uno oggi cerca la gioia, non ricorre al vangelo, neanche se è credente. Cerca altre strade. Continua a leggere

Vangelo della domenica (13-01-2019)

Battesimo del Signore – LA MISSIONE DEL FIGLIO

Il “mistero” del Natale non si ferma alla contemplazione del fragile bambino del presepe. ma conduce a riflettere sulla missione dl Figlio inviato dal Padre a salvare l’umanità. L’inizio della vita pubblica di Gesù di Nazareth, nel battesimo al Giordano, apre la strada alla conoscenza del mistero della “incarnazione”: il Figlio si è fatto uomo soltanto per amore. In lui, Figlio amato, il Padre rivela il suo amore per tutti i figli amati dell’umanità, e attraverso di lui stabilisce di continuo il “dialogo” che viene pure di continuo rotto con il loro peccato. Continua a leggere

Attualità (13-01-2019)

TEMPO DI DISOBBEDIENZA

L’11 febbraio 1965 un gruppo di “cappellani militari in congedo della Toscana” emette un comunicato in cui, dopo aver tributato un riverente e fraterno omaggio a tutti i caduti per l’Italia, concludono che “considerano un insulto alla patria e ai suoi caduti la cosiddetta “obiezione di coscienza”, che “estranea al comandamento cristiano dell’amore, è espressione di viltà”. Gli obiettori di coscienza condannati tra il 1945 e il 1965 erano circa 200 e la principale motivazione era la fede religiosa. La legge che ammette l’obiezione di coscienza alla leva militare è del 1972. Continua a leggere

Vangelo della domenica (6-01-2019)

Epifania del Signore – CONTEMPLARE IL MISTERO

I “magi” che si presentano a Betlemme precisano lo scopo che li ha spinti fin lì con queste parole: “siamo venuti per adorarlo”. Il bambino Gesù viene da loro riconosciuto come l’

atteso: egli è la “terra promessa” dove i rappresentanti dell’umanità approdano con gioia. Alla vista del bambino e di sua madre essi si prostrano: è l’atteggiamento con il quale i supplici e gli apostoli si rivolgono a Gesù, riconoscendo in lui la presenza di Dio.

Continua a leggere

Attualità (6-01-2019)

RIFLESSIONI DOPO UN VIAGGIO IN BRASILE

In questi ultimi decenni ci siamo ubriacati di falsi valori con la conseguenza, dietro un apparente benessere, di peggiorare la vita di tutti: rapporti umani pietosi, la terra malata, l’aria irrespirabile, il cibo avvelenato.
Bisogna capovolgere la logica di questo consumismo, viviamo con la smania di avere sempre di più, convinti che solo appagandola si può stare meglio. In realtà ognuno di noi ha bisogno di pochissime cose. Ognuno di noi ha bisogno di sentire il valore della sua umanità. Pensiamo di aver capito tutto, di non aver bisogno di nessuno. Continua a leggere