Archivi categoria: Articoli attualità e rubriche

Attualità (9-02-2020)

SALE E LUCE

Siamo solo una minoranza; i nostri valori, le nostre idee, le nostre scelte non sono condivise dai più… allora evitiamo di perderci, di scomparire nella grande massa. Teniamoci stretti, uniti, restiamo fra noi. Per rinsaldare i nostri propositi, per sfuggire al pericolo di diventare insignificanti. E’ la tentazione che i discepoli di Gesù vivono tutte le volte che sono tentati di radunarsi per contarsi, per mostrare quanti sono, per ottenere un certo peso nella società.
Ma quando chiede ai suoi di essere sale e luce, Gesù sembra andare nella direzione opposta. Il sale, per dare sapore ai cibi, deve sciogliersi, scomparire. E la luce deve affrontare le tenebre se vuole offrire un punto di riferimento a chi è smarrito. Continua a leggere

Attualità (2-02-2020)

ANCORA RAZZISMO E ANTISEMITISMO

Cresce il clima di razzismo nel nostro paese e nel mondo. Sempre più frequenti i gesti di barbarie e di insulti degli “odiatori” sui social. Quasi che l’odio razziale e l’intolleranza fossero ormai sdoganati, in assenza di argini e difese. Uno dopo l’altro, in effetti, sono venuti meno tanti anticorpi. Sono scarse le reazioni a manifestazioni pubbliche nazifasciste, in contrasto con i valori della Costituzione. Né ci si vergogna del razzismo. Anzi, lo si esibisce, senza pudore. Sui social, in particolare, l’anonimato e il senso di impunità scatenano il peggio di quanto possa esprimere l’essere umano.. C’è anche un certo clima che invoglia, aizza e giustifica. Continua a leggere

Attualità (26-01-2020)

DOMENICA DELLA PAROLA

Oggi, 26 gennaio, terza domenica del tempo ordinario, è. per volontà di Papa Francesco la “giornata della Parola di Dio”. Il Papa l’ha voluta proprio perché nelle comunità si diffondesse maggiormente la conoscenza della S. Scrittura. La Bibbia dovrebbe diventare il nostro “libro del cuore”. Già nel 1500 Martin Lutero notava: “In Italia la Sacra Scrittura è così dimenticata che rarissimamente si trova una Bibbia” Continua a leggere

Attualità (19-01-2020)

UN PROFETA A TERMINE

Giovanni Battista non ha l’intenzione di occupare a lungo la scena. Non oltre il necessario. Ha ricevuto un compito: preparare la strada al Messia. E lo ha onorato. Ha gridato a squarciagola, ha invitato alla conversione, alla penitenza: Ha pronunziato in pubblico anche verità scomode, attirandosi l’ira del potente di turno. Ha chiesto a tutti di cambiare vita: dai devoti ai ministri del culto, dai soldati ai pubblicani.
Ora è giunto Gesù e quindi il suo compito è terminato. Deve solo indicare il Messia a coloro che gli stanno attorno. E lo fa, con la solita schiettezza e sincerità. “Ecco l’agnello di Dio, ecco colui che toglie il peccato del mondo!”. Così si chiude la sua missione profetica, con un passaggio di testimone. Senza ipoteche sul futuro. Accettando di scomparire, semplicemente perché ora tocca a un altro. Continua a leggere

Attualità (12-01-2020)

UNA FESTA “NATALIZIA”

Un proverbio dice: “L’Epifania tutte le feste porta via”. In realtà la festa del Battesimo del Signore è l’ultima festa del tempo di Natale. E’ vero che lo scenario è cambiato. Non c’è la grotta, la mangiatoia e i pastori. E Gesù, ora, è adulto. E tuttavia questo episodio ci fa intendere meglio il senso del Natale. La liturgia ci fa contemplare il mistero dell’incarnazione attraverso tre quadri. Continua a leggere

Attualità (5-01-2020)

NON NAVIGATORI SOLITARI

Il dono di essere figli di Dio fa sorgere un modo nuovo di stare insieme: una comunità che è esperienza fraterna, condivisione. Non solo della fede e della speranza, ma anche dei beni di questo mondo, nella carità.
Il crescente individualismo che ha intaccato le società dell’Occidente non ha risparmiato le chiese. Al punto che molti si concepiscono come cristiani che vivono la loro fede del tutto sganciati da una comunità in carne ed ossa, presente sul territorio. Ogni pretesto è buono per avallare questa scelta. Certo la Chiesa non è costituita di perfetti: al suo interno c’è anche il peccato, l’infedeltà al Vangelo, il cattivo esempio. Ma è proprio dentro questa Chiesa che il discepolo di Gesù trova l’alimento (Parola e Sacramenti), indispensabile per far fronte agli impegni quotidiani e per diventare un testimone. Continua a leggere

Attualità (29-12-2019)

31 dicembre 2019  CIAO, AMICI IMMIGRATI.

Il 31 dicembre di quest’anno la casa di Via cenami 381 sarà vuota.
In Italia le riforme tese alla cosiddetta sicurezza hanno di fatto tolto la possibilità di procedere con progetti di accoglienza diffusa dei migranti. Senza entrare in polemiche parlo di cosiddetta sicurezza perché è chiaro a tutti coloro che conoscono l’argomento quale sia la conseguenza di un’accoglienza non diffusa e capillare: si preferiscono i luoghi di accoglienza sovraffollati dove la conoscenza dei singoli è sicuramente minore. Da qui al rischio di infiltrazioni malavitose il passo è brevissimo. La cooperativa Odissea in totale accordo con la parrocchia di Massarosa ed altre cooperative impegnate nell’accoglienza hanno deciso di non accettare criteri pericolosamente miopi in questo ambito così delicato. Questa scelta si traduce nell’impossibilità di continuare l’attuale formula di accoglienza degli immigrati nelle nostre strutture parrocchiali. Continua a leggere

attualità (22-12-2019)

SCEGLIERE SECONDO IL VANGELO

C’è una domanda che oggi siamo chiamati a porci: ci sono state, nella mia vita, situazioni in cui la mia scelta è stata chiaramente orientata da una parola del Signore? C’è stata una decisione difficile da prendere, ma suggerita dal Vangelo?
Gli idoli non obbligano a cambiare strada. Si paga loro un pedaggio per avere protezione, ma in fin dei conti chiediamo aiuto per tirare diritti per la nostra strada. A loro chiediamo una mano per raggiungere i nostri obiettivi, che evitiamo accuratamente di mettere in discussione e di dover modificare. Continua a leggere

Attualità (15-12-2019)

CIO’ CHE UDITE E VEDETE

Giovanni Battista è in prigione. Ha sentito parlare di Gesù, di quello che sta facendo. Quello che gli riferiscono, tuttavia, non sembra proprio andar d’accordo con le sue attese. Per lui il Messia è uno che farà piazza pulita, senza mezzi termini. Spazzerà scandali, ingiustizie e corruzioni, ripristinerà un rapporto autentico e sincero con Dio. Eserciterà in modo lucido e implacabile il giudizio: Gesù non è proprio un Messia di questo genere. E probabilmente Giovanni ha sentito qualcosa che mette in discussione la sua immagine di Dio: offre misericordia, mangia con i peccatori, si rivolge ai poveri, guarisce e risolleva quanti sono abbattuti. Continua a leggere

Attualità (8-12-2019)

ABBIAMO BISOGNO DI QUESTA FESTA

La solennità dell’Immacolata Concezione non è un appuntamento qualsiasi. Ne abbiamo particolarmente bisogno, in questi tempi così convulsi, complicati e opachi che la nostra speranza viene meno. E con essa la voglia di lottare per quel mondo nuovo, il regno di Dio, che costituisce il cuore della promessa di Gesù. Continua a leggere