Archivi categoria: Articoli attualità e rubriche

attualità (18-08-2019)

CHIESA E TEOLOGIA  NEL MEDITERRANEO

Come la chiesa e la teologia, che è il suo pensiero, è chiamata all’accoglienza e al dialogo. E’ il tema che papa Francesco ha svolto a Napoli il 2 giugno alla Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. In quell’intervento papa Bergoglio ha sostenuto la necessità di apertura e interesse per la altre religioni e le altre forme di pensiero con cui la comunità cristiana si trova a contatto. E’ la parola d’ordine di questo pontefice che prosegue, nonostante le aspre critiche provenienti da alcuni settori della chiesa. Una rivoluzione che non può lasciare indifferente nessuno. Continua a leggere

attualità (11-08-2019)

ESSERE CREDENTE OGGI

Qual è la differenza tra chi è credente e chi no? Spesso non cogliamo chiaramente i confini tra una vita ispirata dalla fede in Gesù e una vita ispirata a valori umani di giustizia e solidarietà. In che cosa il cristiano dovrebbe essere “differente”?
E’ la parola di Dio che definisce il credente e quali sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.
Anche nel nostro continente dalle radici cristiane, i cristiani sono, come dice Gesù, un “piccolo gregge”. Siamo in pochi, un “piccolo resto”, direbbe l’Antico Testamento. Continua a leggere

Attualità (4-08-2019)

LETTERA DELLE SUORE DI CLAUSURA A MATTARELLA E CONTE
(seconda parte)

La nostra semplice vita di sorelle testimonia che stare insieme è impegnativo e talvolta faticoso, ma possibile e costruttivo. Solo la paziente arte dell’accoglienza reciproca può mantenerci umani e realizzarci come persone. Siamo anche profondamente convinte che non sia ingenuo credere che una solidarietà efficace, e indubbiamente ben organizzata, possa arricchire la nostra storia e, a lungo termine, anche la nostra situazione economica e sociale. E’ ingenuo piuttosto il contrario: credere che una civiltà che chiude le proprie porte sia destinata ad un futuro lungo e felice, una società tra l’altro che chiude i porti ai migranti, ma, come ha sottolineato papa Francesco, “apre i porti alle imbarcazioni che devono caricare sofisticati e costosi armamenti”. Ciò che ci sembra mancare oggi in molte scelte politiche è una lettura sapiente di un passato fatto di popoli che sono migrati e una lungimiranza capace di intuire per il domani le conseguenze delle scelte di oggi. Continua a leggere

Attualità (28-07-2019)

LETTERA DELLE SUORE DI CLAUSURA A MATTARELLA E A CONTE

Egregio signor presidente della Repubblica Sergio Mattarella,
Egregio signor presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte,
siamo sorelle di alcuni monasteri di clarisse e carmelitane scalze, accomunate dall’unico desiderio di esprimere preoccupazione per il diffondersi in Italia di sentimenti di intolleranza, rifiuto e violenta discriminazione nei confronti dei migranti e rifugiati che cercano nelle nostre terre accoglienza e protezione. Continua a leggere

Attualità (14-07-2019)

I CRISTIANI E LA POLITICA

I cambiamenti che stanno avvenendo nei parlamenti e nelle istituzioni locali, interrogano sulle responsabilità della Chiesa e sull’influenza che la predicazione del vangelo esercita sugli orientamenti morali e politici della società. E’ avvenuto uno scollamento della vita del credente dalla percezione delle sue responsabilità politiche. Vescovi, preti e laici, non si preoccupano molto di confrontare il proprio giudizio politico con il vangelo. E, quando lo si fa, è assai difficile trovare un partito o un movimento nel quale si possa, sia pure con cautela, simpatizzare . Continua a leggere

Attualità (7-07-2019)

AMA IL PROSSIMO TUO: UN COMANDAMENTO SOVVERSIVO

Un dato sconvolgente alle ultime elezioni, almeno per chi ha ancora il Vangelo come riferimento per la propria vita: un cattolico praticante su tre ha votato per la Lega. E forse avvalendosi di questo consenso, esponenti di quel movimento e loro alleati non hanno perso l’occasione per presenziare a celebrazioni e processioni, come se fossero a casa loro, dimenticando che non molto tempo fa adoravano paganamente il “dio” Po, minacciavano i “vescovoni” di lasciarli a piedi senza l’otto per mille; e, in modo sprezzante definivano Papa Giovanni Paolo II° “papa extracomunitario”. Continua a leggere

Attualità (30-06-2019)

RISCOPRIRE L.A MITEZZA

“ Beati i miti, perché erediteranno la terra” (Mt 5,5) beati i disarmati, i non violenti, gli inermi, “la sola forza invincibile” (D.M. Turoldo), loro possederanno la terra, perché la terra appartiene non a chi la conquista, ma a chi la rende migliore. Aggressività, prepotenza, intolleranza, arroganza, durezza, bullismo… i sinonimi legati al campo della violenza sono nell’aria, riempiono parole e immagini. Sinonimi della mitezza sono invece gentilezza, dolcezza, nonviolenza, mansuetudine…
Il pensiero dominante oggi ci ha rubato i sentimenti buoni: se sei mite sembri debole, se vuoi essere buono ti chiamano buonista, se sei gentile passi per sciocco o insicuro (Gauclete et exsultate. 74). Continua a leggere

Attualità (23-06-2019)

FARE LA COMUNIONE = PRENDERE L’OSTIA?

Fare la comunione per molti credenti praticanti è andare a prendere qualcosa (l’ostia), quasi isolando questo gesto dal contesto della celebrazione, che comprende la lode a Dio, l’ascolto della Parola, la preghiera comune, la memoria della cena di Gesù, la lavanda dei piedi, la sua passione, morte e risurrezione e gli incontri del Risorto con i suoi quasi sempre in un contesto di convito. Continua a leggere

Attualità (16-06-2019)

NON NOMINARE IL NOME DI DIO INVANO

Restano inascoltati gli appelli di Papa Francesco, che invita a superare barriere e pregiudizi. Nonostante che perfino l’ONU abbia richiamato l’Italia per la violazione dei diritti umani, e la Corte di giustizia dell’Unione Europea abbia stabilito che nessuno può essere rimpatriato se nei Paesi d’origine rischia la vita o teme d’essere perseguitato e privato della libertà, il governo italiano continua a chiudere i porti e a considerare reato l’aiuto ai migranti. E’ falso che i morti nel Mediterraneo sono stati azzerati. Ad essere azzerati sono i testimoni. I migranti, purtroppo, continuano a morire in mare, in proporzione più di prima, come affermano i rappresentati delle Organizzazioni non Governative che operano nel Mediterraneo. Continua a leggere

Attualità (9-06-2019)

PENTECOSTE OGGI

In termini attuali potremmo dire che Pentecoste è la festa della “mondializzazione” del Vangelo. La Buona Notizia della risurrezione esplode inafferrabile per raggiungere tutti gli uomini! Quel giorno è cominciato qualcosa che non si fermerà più: “… e cominciarono a parlare altre lingue… tutti li udiamo parlare nelle nostre lingue delle grandi opere di Dio”. Duemila anni dopo in molti paesi e in quasi tutte le lingue ancora si proclama l Vangelo. Lo Spirito continua a trasmettere il suo soffio vitale. La vita di Gesù ha questo di particolare: essa non si conclude con la sua morte. Tre giorni dopo il dramma del Golgota comincia una nuova tappa che si iscrive nella storia dell’umanità. Grazie, certamente, alla sua risurrezione, ma anche all’azione dei discepoli. Grazie al legame profondo che si scopre tra la vita delle prime comunità cristiane e le parole ed i gesti di Gesù. Continua a leggere