Archivi categoria: Articoli attualità e rubriche

Attualità (20-05-2018)

VIENI, SPIRITO SANTO

Vieni, Spirito Santo, a ridestare la nostra fede! Strappaci alle paure, ai sospetti e ai pregiudizi che paralizzano la nostra esistenza e suscita in noi un coraggio nuovo.
Vieni, Spirito Santo, illumina la nostra intelligenza; donaci un cuore limpido perché possiamo aderire alla verità e cogliere la realtà profonda delle cose e degli avvenimenti. Non permettere che cadiamo vittime dello smarrimento. Rischiara la nostra esistenza con la luce e la forza della Parola che esce dalla bocca di Dio. Continua a leggere

attualità (13-05-2018)

UNA MISSIONE CHE CONTINUA

Il Figlio di Dio se ne va; ma si fida di noi e ci affida il compito di portare un po’ di fraternità e di dolcezza su questa terra, che soffre di una crudele mancanza di tenerezza. Non pensiamo che egli sia stanco di seminare parole di vita nei solchi del mondo. Si attende da noi che prendiamo il testimone per annunciare agli uomini di questo tempo le meraviglie del suo amore.
Non pensiamo soprattutto che egli non abbia più nulla da dire. Egli sa che possiamo regalare il nostro tempo, offrire il nostro sorriso, che siamo capaci di costruire con i nostri fratelli una terra di solidarietà e di condivisione. Oggi egli ci invita a diffondere dovunque ottimismo e speranza… E conta veramente su di noi. Allora mettiamoci in cammino! Continua a leggere

Attualità (6-05-2018)

FARSI PROSSIMO

Uno dei profeti del nostro tempo, don Tonino Bello, sosteneva che amare è voce del verbo morire: “Amare, voce del verbo morire, significa decentrarsi. Uscire da sé. Dare senza chiedere. Essere discreti al limite del silenzio. Soffrire per far cadere le squame dell’egoismo. Togliersi di mezzo quando si rischia di compromettere la pace di una casa. Desiderare la felicità dell’altro. Rispettare il suo destino. E scomparire, quando ci si accorge di turbare la sua missione” Continua a leggere

Attualità (29-04-2018)

UNITI A CRISTO COME IL TRALCIO ALLA VITE

Sono capace di rendere presente Dio nella mia vita? Le mie parole, i miei gesti, i miei silenzi e la mia vita interiore sono impegnati nella mia relazione con Dio?
Non basta che io segua tutte le indicazioni per essere un “buon cristiano”: devo prima di tutto lasciare che Dio abiti in me e che io abiti in lui. Solo così nascerà una relazione unica e originale.
Dio sarà presente attraverso di me con tutto quello che io sono. Trasmetterò la “vita di Dio” a mio modo. Se dunque si crea un’intimità fra Dio e ciascuno di noi, questa linfa vitale potrà circolare dalle radici fino ai tralci. Continua a leggere

Attualità (22-04-2018)

CRISTIANI, PARTE DI UN GREGGE, MA NON “PECORONI”

Oggi parlare di pastore e di gregge ha connotazioni più negative che positive. Basta pensare a quando si accusa qualcuno di essere “pecorone”!
E’ possibile essere discepoli di Gesù (“le mie pecore”) senza appartenere a un gregge (la chiesa, la comunità)?
Prendere sul serio il vangelo (= lieto annuncio) non corrisponde ad essere navigatori solitari.
La presenza di altre persone nei nostri progetti, l’abitudine a valutare e progettare insieme, ci permettono di crescere in saggezza e audacia, in capacità riflessiva e comunicativa.
Il cristiano, poi, se è fedele al suo Signore, si trova inevitabilmente a fare i conti con la croce, che non è una disgrazia inevitabile. La croce, nella vita di Gesù, non è stato un incidente di percorso, ma la logica conseguenza di una fedeltà a tutta prova alla missione che il Padre gli aveva affidato. Continua a leggere

Attualità (15-04-2018)

LA FEDE DALLA PAROLA

Purtroppo nelle nostre comunità cristiane cattoliche per molti la Sacra Scrittura è un optional a cui ricorrono solo alcuni (pochi) che vogliono dotarsi di qualche strumento in più per sostenere la loro fede. La Sacra Scrittura è un testo per entrare in comunicazione con Dio. Chi vuole comunicare con Dio non può fare a meno della Bibbia. E’ lì che trova le tracce dell’intervento di Dio in Gesù Cristo divenuto uomo come noi.
Dietro alla Scrittura c’è una parola che Dio ha rivolto agli uomini. E’ la testimonianza che Dio ha parlato, si è rivolto all’uomo, a degli uomini in particolare, al fine di raggiungerne altri. E’ una parola viva, varia, diversa, assume toni e sfumature differenti, cerca dei destinatari, intende dar vita ad una comunicazione, ad una relazione. Continua a leggere

Attualità (8-04-2018)

PER UNA FEDE CHE CRESCE

I dubbi fanno parte del normale cammino di fede, non ne dobbiamo provare vergogna o colpa, né leggerli come segni di fragilità e di debolezza. Alcune persone se ne confessano come se fossero peccati. In una vera esperienza di fede, molto probabilmente, i dubbi non scompariranno mai. Anzi, molto spesso sono proprio i dubbi a fondare una fede viva e autentica: Anche chi ama non è immune dai dubbi!
Anche noi, come Tommaso, abbiamo bisogno di vedere, di toccare, per dare alla nostra fede un fondamento sicuro. Continua a leggere

Attualità (1-04-2018)

IL TEMPO DI PASQUA

Il tempo pasquale offre alle comunità cristiane occasione di riflettere sull’esperienza fondamentale dell’incontro con il Risorto, sul dono dello Spirito, sulla missione della Chiesa. La risurrezione di Gesù è il centro della nostra fede, l’evento che distingue l’esperienza cristiana da ogni altra forma di esperienza religiosa. Essa fonda la nostra identità e di questa fede siamo chiamati a rendere ragione di fronte al mondo. Continua a leggere

Attualità (25-03-2018)

CONTEMPLARE LA CROCE (2)

Dolore e morte sono sempre stati considerati “maledizione”, segno della lontananza di Dio nell’esperienza umana, mentre i credenti proclamavano la loro fede nella vicinanza di un Dio crocifisso, credendo che nella morte di Gesù anche il loro dolore poteva ritrovare senso, perché abitato da Dio. Continua a leggere