Archivi autore: Michelangelo Galletti

Vangelo della domenica (20-1-2019)

II domenica del t.o. anno c – LA GIOIA CHE CREA COMUNITA’

Il primo dei “segni” che accompagnano la missione di Gesù è stato compiuto in un contesto gioioso di una festa di nozze. A Cana di Galilea Gesù offre un assaggio del regno di Dio che egli annuncia: la trasformazione dell’acqua in vino allude, in un linguaggio chiaramente simbolico alla “novità” che lui è venuto a portare, e alla gioia di una liberazione. La Legge viene superata dalla Grazia, il tempo messianico della salvezza annunciata trova in lui il suo compimento. Nella gioia nasce una nuova comunità!

Continua a leggere

Attualità (20-1-2019)

IL VANGELO E LA GIOIA

Il vangelo delle nozze di Cana, che leggiamo nella liturgia di oggi, ci presenta il tema della gioia e sembra chiederci: cosa sarebbe la nostra vita senza la gioia?
Nelle omelie si dice spesso che il vangelo è gioia, quella vera, non quella cercata nella droga, nell’alcool, nello stordimento dei weekend.
Come portare questo annuncio in modo efficace? Papa Francesco ci ha provato con l’Evangelii Gaudium, “la gioia del vangelo”.
Quando la predichiamo nelle nostre chiese, la gente, lì per lì, ci crede. ma poi… la realtà è un’altra. Se uno oggi cerca la gioia, non ricorre al vangelo, neanche se è credente. Cerca altre strade. Continua a leggere

Vangelo della domenica (13-01-2019)

Battesimo del Signore – LA MISSIONE DEL FIGLIO

Il “mistero” del Natale non si ferma alla contemplazione del fragile bambino del presepe. ma conduce a riflettere sulla missione dl Figlio inviato dal Padre a salvare l’umanità. L’inizio della vita pubblica di Gesù di Nazareth, nel battesimo al Giordano, apre la strada alla conoscenza del mistero della “incarnazione”: il Figlio si è fatto uomo soltanto per amore. In lui, Figlio amato, il Padre rivela il suo amore per tutti i figli amati dell’umanità, e attraverso di lui stabilisce di continuo il “dialogo” che viene pure di continuo rotto con il loro peccato. Continua a leggere

Attualità (13-01-2019)

TEMPO DI DISOBBEDIENZA

L’11 febbraio 1965 un gruppo di “cappellani militari in congedo della Toscana” emette un comunicato in cui, dopo aver tributato un riverente e fraterno omaggio a tutti i caduti per l’Italia, concludono che “considerano un insulto alla patria e ai suoi caduti la cosiddetta “obiezione di coscienza”, che “estranea al comandamento cristiano dell’amore, è espressione di viltà”. Gli obiettori di coscienza condannati tra il 1945 e il 1965 erano circa 200 e la principale motivazione era la fede religiosa. La legge che ammette l’obiezione di coscienza alla leva militare è del 1972. Continua a leggere

Vangelo della domenica (6-01-2019)

Epifania del Signore – CONTEMPLARE IL MISTERO

I “magi” che si presentano a Betlemme precisano lo scopo che li ha spinti fin lì con queste parole: “siamo venuti per adorarlo”. Il bambino Gesù viene da loro riconosciuto come l’

atteso: egli è la “terra promessa” dove i rappresentanti dell’umanità approdano con gioia. Alla vista del bambino e di sua madre essi si prostrano: è l’atteggiamento con il quale i supplici e gli apostoli si rivolgono a Gesù, riconoscendo in lui la presenza di Dio.

Continua a leggere

Attualità (6-01-2019)

RIFLESSIONI DOPO UN VIAGGIO IN BRASILE

In questi ultimi decenni ci siamo ubriacati di falsi valori con la conseguenza, dietro un apparente benessere, di peggiorare la vita di tutti: rapporti umani pietosi, la terra malata, l’aria irrespirabile, il cibo avvelenato.
Bisogna capovolgere la logica di questo consumismo, viviamo con la smania di avere sempre di più, convinti che solo appagandola si può stare meglio. In realtà ognuno di noi ha bisogno di pochissime cose. Ognuno di noi ha bisogno di sentire il valore della sua umanità. Pensiamo di aver capito tutto, di non aver bisogno di nessuno. Continua a leggere

Vangelo della domenica (30-12-2018)

Santa Famiglia – ALLA RICERCA DI GESU’

Gesù “smarrito” al tempio è per Maria e Giuseppe una preoccupazione, come sarebbe per ogni genitore. La famiglia, infatti, è sinonimo di cura, di protezione. E tuttavia, ognuno, nella vita, ha una missione. Così è di Gesù: anche per la sua famiglia umana c’è un cammino di ricerca e di comprensione della identità e della missione propria di Gesù, che saranno pienamente rivelate solo alla fine del suo percorso terreno. In questa ricerca la famiglia di Nazareth diventa modello: rimanda al mistero della vita, che richiede pazienza, capacità di accoglienza e di ascolto.

Continua a leggere

attualità (30-12-2018)

“LA BUONA POLITICA E’ AL SERVIZIO DELLA PACE”

E’ il tema del messaggio del Papa per la 52° Giornata Mondiale della Pace che si celebra il prossimo 1° gennaio. Una “sfida” a promuovere una “buona politica” che ricorda le virtù di questa particolare “forma eminente di carità”.
La buona politica “è al servizio della pace; essa rispetta e promuove i diritti umani fondamentali, che sono ugualmente doveri reciproci, affinché tra le generazioni presenti e quelle future si tessa un legame di fiducia e di riconoscenza”. Continua a leggere

Vangelo della domenica (23-12-2018)

IV domenica di Avvento anno c -IL FRUTTO DELLA BENEDIZIONE

La presenza dello Spirito di Dio in Elisabetta apre all’accoglienza della novità, il grido con cui accoglie Maria, “benedetta tra le donne”, è riconoscimento della presenza attiva di Dio nella storia umana. Solo la fede è capace di leggere negli eventi della storia le “meravigliose opere di Dio”, con le quali egli continua ad operare la sua salvezza in mezzo a noi. L’incredulità rende ciechi e indifferenti, ma chiude anche il cuore alla benedizione divina.

Continua a leggere