Avvisi (26-01-2014)

AVVISI PER LA SETTIMANA

Domenica 26, a Massarosa, ore 9.45: incontro dei bambini di 3a elem,
ore 11.00: s messa. a Pieve a Elici. Ore 10,15: incontro dei
bambini e delle famiglie della 3a  elem. alle 11.30: messa.
ore 11.30: s. messa con la partecipazione  dei bambini della 1a e 2a elem. e le loro famiglie.
Martedì 28, a Massarosa, ore 21.00:  incontro sulla parola di Dio.
Mercoledì 29, a Piano del Quercione, ore 15.00: incontro degli “Amici dell’età libera”. Ore 17.30: s. messa.
Venerdì 31, a Pieve a Elici, ore 21.00:  incontro dei fidanzati e giovani sposi
Domenica 2 febbraio, a Montigiano, ore 9.00: s. messa.
a Piano del Quercione, ore 9.30: s. messa con la partecipazione dei
ragazzi di 5a e lem. E 1a media, cui seguirà l’incontro di catechesi.
a Massarosa, ore 11.00: s. messa con la partecipazione dei bambini
e famiglie della 1a elem.
Lunedì 3, ore 21.00: incontro sulla parola di Dio alla Polla del Morto,
casa di Franco Bertolozzi.

PER I RESTAURI DELLA CHIESA
Si sono raccolti:
Euro 223.00 offerte del 12 gennaio
250.00 da singole persone
58.180.50 raccolte in precedenza
58.653.50 Totale

PELLEGRINAGGIO A MONTENERO
Il Gruppo “Amici dell’età libera” di Piano del Quercione organizza un pellegrinaggio a Montenero mercoledì 5 febbraio, con questo programma: ore 14.30: partenza dal piazzale di Piano del Quercione, all’arrivo a Montenero: visita al Santuario e s. messa. In serata rientro a casa. Saranno a disposizione due pulmini, a cui possono aggiungersi automobili che si rendano disponibili a trasportare anche altri partecipanti. Per informazioni e prenotazioni: tel 348.9353135 8Marina) e 347.1476696 (Mariella).

NOTIZIE DAL BURKINA FASO
Enzo Del Bucchia, arrivato a Yalgo nei giorni scorsi, ci scrive il 23 gennaio:
Sono qui da quasi 10 giorni e ho avuto la riprova che questo è uno dei periodi migliori dal punto di vista climatico. Anche se durante il giorno è abbastanza caldo (30/35 gradi), la notte la temperatura si abbassa e si dorme molto bene..
In attesa di andare a sdoganare il primo container, che non è ancora arrivato a Ouaga,, ho già sbrigato un po’ di faccende: sono andato a salutare un po’ di persone tra cui la direttrice della scuola elementare e della media “Valentina” (in quest’ultima ho visto con grande soddisfazione che gli studenti sono aumentati da 18 del primo anno a 65 di oggi).
Martedì scorso l’abbè Clemet ed io abbiamo visitato, lontano da Yalgo, nella savana, molti piccoli villaggi dove abbiamo raccolto le adesioni (la firma consisteva nel premere l’indice bagnato d’inchiostro su un foglio) per far nascere un nuovo comune.
Mi sono fermato a lungo presso il Centro Sanitario di cui faccio un breve resoconto, perché credo che sarà l’oggetto di cui dovremo maggiormente interessarci in futuro. Il Centro è diretto con impegno e professionalità da suor Pauline ed è così organizzato: il CREN, il centro nutrizionale, dove lavorano suor Pasqualine e due assistenti locali che ogni giorno preparano dei sacchetti di 400 grammi (che corrispondono a quattro dosi giornaliere) di una miscela composta di farina di miglio, soia, arachidi e vitamine per i bambini sotto i sei mesi e anche per le mamme che non possono dare il proprio latte ai figli. Un’altra miscela di farina di mais, pesce, olio e vitamine per i bambini più grandi. Stanno sperimentando anche una nuova miscela composta da riso e varie vitamine. Il numero dei bambini malnutriti che si rivolgono direttamente al Cren sono oltre 500, più le madri, anche loro malnutrite che non hanno latte per i più piccoli. Per ogni bambino viene compilata una scheda che è una specie di cartella clinica dove sono indicati il peso e tutti i miglioramenti nel tempo. Inoltre le suore raggiungono nei villaggi più lontani i bambini che non possono essere accompagnati a yalgo. Qui al centro e anche nei villaggi vengono organizzati corsi di educazione alimentare, igienica e sanitaria. La FARMACIA, dove lavorano due ragazze che distribuiscono farmaci, principalmente per curare malaria, diarrea e infezioni varie che colpiscono la gente che vive in una situazione igienico sanitaria che definire precaria è un eufemismo. L’INFERMIERIA, dove lavora un infermiere diplomato. Le malattie più diffuse sono la malaria, la dissenteria, problemi agli occhi, infezioni varie, malattie respiratorie causate dalla polvere che respirano, problemi ginecologici per le donne malnutrite che vivono in situazioni igienico sanitarie non adeguate. L’OSPEDALE, dove vengono ricoverate le persone per pochi giorni pèrima di rimandarle a casa o presso ospedali veri e propri a seconda delle situazioni di salute dei degenti. Attualmente è aperta una camera con sei letti ed è prossima l’apertura di un’altra con altri sei. Ci sono altre due stanze che verranno attrezzate come ambulatori di oftalmologia e ginecologia. Per il primo tutto il materiale necessario e nel container che arriverà alla fine di febbraio. Dal novembre 2012 al novembre 2013 i pazienti visitati e curati sono stati oltre novemila.. Qui non ci sono medici; vengono ogni tanto per una supervisione.

VIAGGIO IN GIORDANIA
Dal 16 al 22 marzo si terrà un viaggio-pellegrinaggio in Giordania, terra ricca di scavi archeologici dell’era precristiana e cristiana, dove si trovano anche tanti luoghi legati alla Bibbia dell’Antico Testamento, a Gesù, agli Apostoli e alle prime comunità cristiane.
Il programma dettagliato con le dovute informazioni e disponibile presso la parrocchia e l’agenzia di viaggi Solombra.
Solo presso quest’ultima si raccolgono le iscrizioni entro e non oltre il 30 gennaio.