Info

La nostra unità pastorale che fa parte della Diocesi di Lucca è composta dalle comunità parrocchiali di Massarosa, Piano del Quercione, Pieve a Elici, Gualdo e Montigiano. Di seguito alcune notizie storiche riprese dal sito della Arcidiocesi di Lucca e  gli indirizzi utili dei parroci e delle suore dell’up.

MASSAROSA
 Santo patronoSS. Jacopo e Andrea apostoli
Il documento scritto più importante che riguarda la comunità di Massarosa, risale al 933 relativo alla donazione. “pro bono animae”, della Corte di Massarosa ad opera dei re Ugo e Lotario al Capitolo dei Canonici di S. Martino di Lucca in seguito a quella donazione Massa – Grosa, (da Grauso, personale germanico), come allora si chiamava la corte, divenne feudo baronale di detti canonici, che vi esercitarono i loro diritti feudatali Di un oratorio dedicato a S. Andrea si parla in un documento del 1077; nel 1183 si ricorda la chiesa di S. Jacopo.
Massarosa, Gualdo e Fibbialla furono feudo dei Canonici della Cattedrale dal sec. XI fino al 1799. L’antica chiesa di S. Jacopo fu ampliata nel 1820 e fu portata alla forma attuale nel 1895 con l’aggiunta del transetto, grazie al contributo economico delle famiglie Cenami. E’ stata consacrata il 23.11.1929.
Oratori: S. Rocco
Confraternite: Carmine – S. Rocco
ab. 4660 (dato del 2011)

PIANO DEL QUERCIONE
Santo patrono :  B. Vergine Maria del Buon ConsiglioPDQ1
Essendo di recente istituzione, fino ad oggi non vi sono elementi e riferimenti storici particolari o degni di attenzione. La parrocchia è giovane: si è infatti formata staccandosi da quella di Pieve a Elici nel 1954, e quindi non ha ancora mezzo secolo di vita autonoma. La chiesa è stata inaugurata nel 1965 ed è di forma e struttura moderna.
Confraternite: SS. Sacramento
ab. 997 (dato del 2011)

PIEVE A ELICI
Santo patrono :  S. Pantaleone m
PAE4Un documento dell’892 ricorda la chiesa e la pieve battesimale a “œIlice” E’ la piccola chiesa primitiva, che la tradizione fa risalire a S. Frediano. Era a pianta basilicale con l’abside a oriente. Distrutta forse da incursioni, fu riedificata, si dice, dalla contessa Matilde. La facciata della chiesa di Pieve a Elici (seconda metà del XIII sec.) E’ orientata verso il mare. Classico esemPAE2pio romanico, priva di ogni decorazione, ha una sola porta d’ingresso centrale sormontata da un’ampia lunetta con una bifora superiore. Nelle parti laterali dell’esterno troviamo le varie stratificazioni dei diversi metodi di costruzione medioevale. Il campanile nato come elemento bellico intorno al IX sec., forse torre di difesa dell’antico castello, fu trasformato in torre campanaria nel XII secolo. Il piccolo cortile tra la Chiesa e la Canonica conserva le duPAE3e fonti battesimali (ad immersione) dell’antica Pieve. L’interno a pianta basilicale è diviso in tre navate da tre coppie di pilastri rettangolari. Nel fondo il vasto presbiterio rialzato di un gradino termina nell’ampia e slanciata abside semicircolare. La chiesa è ricca di opere d’arte.
Oratori: Olivetani a Miglianello
Confraternite: SS. Sacramento – SS. Crocifisso
Bibliografia: A. Lugnani – La chiesa romanica di Pieve a Elici – 1989
ab. 396 (dato del 2011)

GUALDO
Santo patrono :  SS. Nicolao e Giusto
Il nome del paese di origine germanica (da Wald=bosco) indica chiaramente il sito stesso.  Fu uno dei primi liberi comuni della zona, e della sua libertà fu un accanito difensore contro tutti i molesti vicini. Ebbe il suo castello di cui non abbiamo che minime tracce. Gualdo si gloria di aver avuto il suo primo Statuto nel 1266, considerato la prima grande affermazione delle istituzioni comunali in tutto il territorio lucchGUAL1ese.
La vecchia chiesa medievale è scomparsa e al suo posto si trova la chiesa attuale dedicata ai Santi Nicolao e Giusto. Parrocchia autonoma dal sec. XVI, anche se anteriormente vi era la chiesa con servizio religioso. lìattuale chiesa, edificata nel sec. XVI, è stata ampliata nel sec. XVIII in stile barocco, e restaurata nel 1912.

Confraternita: Natività di Maria SS.
ab. 187 (dato del 2011)

MONTIGIANO
MONT1

Santo patrono :  S. Lucia m.
 Da un documento del 984 risulta che Montigiano pagava le decime alla Pieve a Elici. La chiesa è ricordata nell’elenco delle chiese lucchesi del 1260. Fu eretta parrocchia nel 1687, anno a cui risale la vecchia chiesa, che non ha lasciato traccia quando è stata costruita l’attuale nel secolo scorso. E’ stata affrescata in stile liberty nei primi anni del secolo XX.
Confraternite: SS. Sacramento
ab. 236 (dato del 2011)

PARROCI

Residenza : Via della Cava 54 – 55054 Massarosa
Telefono : 0584 93354

DON GIORGIO SIMONETTI  cell.349.7102425
DON BRUNO FREDIANI   cell.335.1010363
DON MICHELANGELO GALLETTI  cell. 347.5436425

COMUNITA’ DELLE SUORE ‘FIGLIE DI MARIA REGINA DEGLI APOSTOLI’

Residenza : Via della Cava 54 – 55054 Massarosa
Telefono : 0584 93354

SUOR SYMPHOROSE BWAMI  cell. 347.5560419
SUOR CLAUDINE MUSAFIRI   cell. 347.7219225

La Congregazione delle Figlie di Maria Regina degli Apostoli è nata nella Repubblica Democratica del Congo il 6 novembre 1932 dai primi missionari dell’Africa. La finalità della Congregazione è quelle di aiutare i Vescovi e i Sacerdoti ad annunciare il Vangelo, portando un’attenzione speciale alla donna, amando e facendo amare la Vergine Maria.