Archivi categoria: Riflessioni del Vangelo

Vangelo della domenica (10-11-2019)

domenica XXXII del t.o. anno c -LA SPERANZA NEL DIO DEI VIVI

Le letture di questa domenica, soprattutto la prima e il vangelo, ci invitano a riflettere sulla fede nella vita dopo la morte. Da sempre gli uomini di ogni cultura e religione si sono interrogati sul senso della morte e sulla possibilità che anche dopo la morte la vita possa continuare. Le risposte che sono state date lungo i millenni sono assai diverse, spesso fantasiose.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (3-11-2019)

31 domenica del tempo ordinario anno c.

Le letture di questa domenica parlano ancora una volta dell’amore di Dio nei confronti degli uomini, soprattutto dei più lontani, e di coloro che, almeno all’apparenza, sembrano essere destinati al fallimento.
La prima lettura ricorda che Dio non si stanca di sperare nell’uomo e cerca ostinatamente di ricondurlo sul cammino della vita, sia concedendogli tempo, sia ammonendolo affinché, pentendosi, rinneghi la malvagità e creda in lui.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (27-10-2019)

domenica XXX del t.o. anno c -RESI GIUSTI PER LA FEDE

Probabilmente a molti sarà capitato, almeno una volta nella vita, di ritenere che se tutti la pensassero come noi il mondo sarebbe migliore. Magari abbiamo anche avuto l’ardire di dare a Dio qualche suggerimento su come condurre il corso della storia e gli eventi della nostra esistenza. Spesso, poi, esprimiamo giudizi impietosi verso gli altri, senza nemmeno conoscere realmente cosa abita nel loro cuore.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (20-10-2019)

domenica XXIX del t.o. anno c -LA PREGHIERA,
ATTO DI VERITA’ E DI FEDE

Cosa significa pregare? Come dobbiamo pregare? Dio ascolta le nostre preghiere? Se sì, perché talvolta abbiamo l’impressione che la sua risposta tardi ad arrivare? Questi interrogativi ci introducono al tema proposto dalle letture di questa domenica.
Nella prima lettura Mosè, che rimane pazientemente davanti a dio con le mani alzate per impetrare la vittoria del popolo di Israele nella guerra contro gli amaleciti, illustra l’efficacia della preghiera.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (13-10-2019)

XXVIII domenica del t.o. anno c – GRATITUDINE ED EUCARISTIA

Il tema che come un filo rosso percorre le letture della liturgia della Parola è la gratitudine nei confronti di Dio per i suoi innumerevoli benefici. In modo particolare la prima lettura e il vangelo hanno come protagonisti due uomini stranieri che vengono miracolosamente guariti dalla lebbra. La lebbra è sempre considerata nella Bibbia come un castigo provocato dal peccato, per cui la guarigione viene intesa come espressione della ritrovata comunione con Dio.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (29-09-2019)

XXVI domenica del t.o. anno c -CAMBIARE L’ORDINE DEI VALORI

Le letture di oggi sono accomunate, pur con accenti diversi, dall’insegnamento sul corretto uso del denaro e della ricchezza. Se già nel vangelo di domenica scorsa Gesù aveva severamente ammonito che non si può servire Dio e la ricchezza, ora ritorna sull’argomento con il racconto del ricco anonimo e del povero Lazzaro, con l’obiettivo di richiamare l’attenzione sulla gravità delle omissioni compiute nei confronti dei più poveri e, di conseguenza, sul dovere di ciascuno di soccorrere i deboli e gli indigenti. Tale urgenza era emersa in più passi della Scrittura, come riconosce Gesù stesso menzionando Mosè e i Profeti.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (22-09-2019)

domenica XXV del t.o. anno c -COSTRUIRE FRATERNITA’

La parabola del vangelo di oggi ha come protagonista un amministratore furbo e disonesto. Viene da chiedersi se era proprio necessario ricorrere ad un esempio così meschino e imbarazzante. Già la prima lettura ci ricorda che non viviamo in un mondo idilliaco, ma dobbiamo quotidianamente fare i conti con l’egoismo e le fragilità degli uomini In mezzo ai quali siamo invitati a dare la nostra buona testimonianza. Gesù evidentemente non loda la disonestà dell’amministratore, ma la sua astuzia. E’ come se dicesse: i figli di questo mondo, cioè coloro che non credono in Dio, si preoccupano per il loro domani mondano, perché voi non vi preoccupate con altrettanta serietà, del domani che vi vedrà al cospetto di Dio? Perché i credenti non pongono in atto le medesime strategie e astuzie per custodire e salvare la propria anima?

Continua a leggere

Vangelo della domenica (15-09-2019)

domenica XXIV del t.o. anno c – IL PERDONO CHE RINNOVA

Il tema delle letture di oggi è la misericordia di Dio nei confronti degli uomini. Un tema delicato e complesso che, assieme a quello della giustizia, attiene all’identità stessa di Dio.
La rivelazione della misericordia di Dio giunge al culmine nella testimonianza resa da Gesù, in particolare nella vicinanza che egli mostra verso i peccatori e coloro che, a motivo di scelte senza dubbio sbagliate, si sono allontanati da Dio e perciò vengono guardati con sospetto dai custodi delle sacre tradizioni. Eppure, Gesù cerca proprio i peccatori, li incontra, li ascolta per aiutarli a comprendere l’immenso amore che Dio nutre per l’uomo, soprattutto per coloro che, a motivo della propria fragilità, disperano della salvezza. Continua a leggere

Vangelo della domenica (8-09-2019)

domenica XXIII del t.o. anno c- RINUNCIA COME ATTO DI FEDE

La parola di Dio di oggi propone una ricca catechesi sulla natura e sul significato della sequela, soffermandosi su aspetti tanto diversi quanto complementari. Il vangelo descrive la sequela anzitutto come una rinuncia nei confronti di se stessi e di tutti quei legami che impediscono non solo lo slancio missionario, ma anche l’adesione piena alla persona di Gesù e alla volontà del Padre.

Continua a leggere