Archivi categoria: Riflessioni del Vangelo

Vangelo della domenica (15-09-2019)

domenica XXIV del t.o. anno c – IL PERDONO CHE RINNOVA

Il tema delle letture di oggi è la misericordia di Dio nei confronti degli uomini. Un tema delicato e complesso che, assieme a quello della giustizia, attiene all’identità stessa di Dio.
La rivelazione della misericordia di Dio giunge al culmine nella testimonianza resa da Gesù, in particolare nella vicinanza che egli mostra verso i peccatori e coloro che, a motivo di scelte senza dubbio sbagliate, si sono allontanati da Dio e perciò vengono guardati con sospetto dai custodi delle sacre tradizioni. Eppure, Gesù cerca proprio i peccatori, li incontra, li ascolta per aiutarli a comprendere l’immenso amore che Dio nutre per l’uomo, soprattutto per coloro che, a motivo della propria fragilità, disperano della salvezza. Continua a leggere

Vangelo della domenica (8-09-2019)

domenica XXIII del t.o. anno c- RINUNCIA COME ATTO DI FEDE

La parola di Dio di oggi propone una ricca catechesi sulla natura e sul significato della sequela, soffermandosi su aspetti tanto diversi quanto complementari. Il vangelo descrive la sequela anzitutto come una rinuncia nei confronti di se stessi e di tutti quei legami che impediscono non solo lo slancio missionario, ma anche l’adesione piena alla persona di Gesù e alla volontà del Padre.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (1-09-2019)

domenica XXII del t.o. anno C -INVITO ALL’UMILTA’

Le letture di oggi ci danno un prezioso insegnamento sull’umiltà, atteggiamento che, almeno agli occhi del mondo, non gode di grandissima stima. L’umile, infatti, secondo i criteri della mondanità, spesso è ritenuto un perdente, e, in quanto tale, viene relegato ai margini della società. Non così per la Bibbia. Ad una lettura attenta del testo sacro, in una maniera tutta paradossale, Dio si rivela come l’umile per eccellenza, dal momento che costantemente si abbassa per dialogare con l’umanità peccatrice. Continua a leggere

Vangelo della domenica (25-08-2019)

Domenica xxi DEL T.O. ANNO C -LA PORTA STRETTA

La sequenza delle tre letture di questa domenica lascia un po’ perplessi: come conciliare l’universalità della salvezza proclamata dal profeta Isaia (prima lettura) con la severità degli insegnamenti di Gesù (vangelo)? A ben vedere, si tratta di un’apparente contraddizione. Con il rigore dei suoi insegnamenti Gesù non intende mettere in discussione il Regno di Dio, piuttosto vuole sollecitare la responsabilità degli uomini, partendo dal presupposto che la salvezza è sì un dono, che però non invalida la libertà dell’uomo. Ben consapevole che l’uomo può rifiutare il disegno di Dio, il Maestro scuote le coscienze dei discepoli e di chiunque si ponga in ascolto della sua Parola. Continua a leggere

Vangelo della domenica ((11-08-2019)

domenica XIX  del t.o. anno c -VIGILANZA OPEROSA E RESPONSABILE

Il tema che lega tra loro le letture di oggi riguarda essenzialmente la fede, virtù fondamentale per la vita del discepolo, insieme alla speranza e alla carità. Spesso consideriamo fede, speranza e carità esclusivamente come doni di Dio, altre volte siamo portati a ritenerle espressione della nostra religiosità. In maniera più equilibrata, dovremmo riconoscere che esse sono doni di Dio che interpellano la nostra responsabilità, sollecitandoci a vivere protesi verso Dio e il prossimo in un mondo troppo spesso ripiegato sui propri interessi ed egoismi, ed usa Dio e i suoi santi come inverosimile conferma a questi.
Per tale motivo Gesù chiede ai suoi discepoli che vivano in un costante atteggiamento di vigilanza operosa e responsabile, senza affidare nulla al caso e senza ritenere che, per il fatto di essere stati chiamati, tutto sia loro dovuto.

scarica foglietto della domenica

Vangelo della domenica (4-08-2019)

domenica XVIII del t.o. anno C-LE FALSE SICUREZZE

A tutti è capitato nella vita, soprattutto nei momenti più duri, di porsi alcune domande non certo banali: perché vivere? Vale la pena impegnarsi nel bene, credere in Dio e nella sua Parola? La realtà dei fatti spesso non dice il contrario? E allora: perché non abbandonarsi alla ricerca istintiva del piacere, mille volte più gratificante? Perché non perseguire la logica del guadagno, del successo, del proprio interesse? Infine: perché a chi crede spesso tocca soffrire, mentre a chi si comporta superficialmente o, peggio, disonestamente, gli affari vanno a gonfie vele? Continua a leggere

Vangelo della domenica (21-07-2019)

XVI domenica t.o. anno c – LA CHIESA CASA OSPITALE

Accoglienza, ascolto e servizio sono i temi dominanti dell’odierna liturgia della Parola. Si tratta di atteggiamenti indispensabili non solo per una pacifica convivenza, ma anche per l’edificazione della civiltà dell’amore secondo i canoni della legge evangelica. Nel mondo in cui viviamo, accanto a manifestazioni inquietanti di egoismo e di cattiveria, non mancano testimonianze di grande carità e filantropia, che lasciano ancora un filo di speranza per il futuro.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (14-07-2019)

XV domenica t.o. anno c – L’AMORE DEL CRISTIANO RIVELA DIO

Se dovessimo scegliere una parola per riassumere il messaggio che accomuna le tre letture, senza dubbio sceglieremmo “Amore”, con la “A” maiuscola per distinguerlo dai surrogati che spesso spacciamo per amore vero, ma che in realtà sono il riflesso dei nostri piccoli o grandi egoismi.
L’amore di cui parla il vangelo non conosce limiti e non discrimina nessuno, perché sgorga direttamente dal cuore di Dio. Al dottore della legge che desidera ereditare la vita eterna, Gesù risponde additando la via dell’amore di Dio e del prossimo. Se amare Dio significa sostanzialmente obbedire alla sua Parola con tutto il cuore e con tutta l’anima (prima lettura), amare il prossimo significa avere cura dell’altro, chiunque egli sia, senza dimenticare che i primi ad essere stati amati, indipendentemente dai nostri meriti, siamo proprio noi. Cristo infatti è morto, versando il sangue sulla croce, per riconciliarci con Dio e renderci partecipi della sua pace e del suo Amore (seconda lettura). Forti di tale consapevolezza, anche noi siamo invitati ad incamminarci sulle strade del mondo e della storia, obbedienti al comando del signore: “Va e anche tu fa lo stesso”.

Vangelo della domenica (7-07-2019)

domenica XIV del t.o. anno c -MESSAGGERI DELLA SALVEZZA

La fede cristiana è essenzialmente missionaria. Ogni cristiano, in forza del battesimo, è chiamato a testimoniare con la vita la propria fedeltà al vangelo, sulle orme del Maestro, “il quale passò beneficiando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui” (At 10,38).
Il vangelo di Luca ricorda che tale missione è rivolta soprattutto ai deboli e agli emarginati di ogni luogo e di ogni tempo: malati, poveri, peccatori, uomini e donne oppressi dal Male, che anelano ad una libertà che non possono conquistare da soli.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (30-06-2019)

domenica XIII del t.o. anno c -CHIAMATI A CONDIVIDERE
IL DESTINO DI GESÙ

In un’epoca in cui la definitività delle scelte di vita sembra fare tanta paura, la parola di Dio che risuona nella liturgia assume il valore di una forte provocazione. Gesù chiama a seguirlo in maniera radicale, non tollerando condizioni o ritardi, rivendicando piuttosto un primato che fino ad allora nessuno aveva mai osato pretendere, nemmeno un profeta grande e carismatico come Elia (prima lettura). L’esigenza radicale del vangelo non deve pero spaventare, San Paolo nella seconda lettura ricorda infatti che se il discepolo cammino secondo lo Spirito del Risorto, allora sarà veramente in grado di vivere secondo la logica evangelica. Continua a leggere