Archivi categoria: Riflessioni del Vangelo

Vangelo della domenica (20-1-2019)

II domenica del t.o. anno c – LA GIOIA CHE CREA COMUNITA’

Il primo dei “segni” che accompagnano la missione di Gesù è stato compiuto in un contesto gioioso di una festa di nozze. A Cana di Galilea Gesù offre un assaggio del regno di Dio che egli annuncia: la trasformazione dell’acqua in vino allude, in un linguaggio chiaramente simbolico alla “novità” che lui è venuto a portare, e alla gioia di una liberazione. La Legge viene superata dalla Grazia, il tempo messianico della salvezza annunciata trova in lui il suo compimento. Nella gioia nasce una nuova comunità!

Continua a leggere

Vangelo della domenica (13-01-2019)

Battesimo del Signore – LA MISSIONE DEL FIGLIO

Il “mistero” del Natale non si ferma alla contemplazione del fragile bambino del presepe. ma conduce a riflettere sulla missione dl Figlio inviato dal Padre a salvare l’umanità. L’inizio della vita pubblica di Gesù di Nazareth, nel battesimo al Giordano, apre la strada alla conoscenza del mistero della “incarnazione”: il Figlio si è fatto uomo soltanto per amore. In lui, Figlio amato, il Padre rivela il suo amore per tutti i figli amati dell’umanità, e attraverso di lui stabilisce di continuo il “dialogo” che viene pure di continuo rotto con il loro peccato. Continua a leggere

Vangelo della domenica (6-01-2019)

Epifania del Signore – CONTEMPLARE IL MISTERO

I “magi” che si presentano a Betlemme precisano lo scopo che li ha spinti fin lì con queste parole: “siamo venuti per adorarlo”. Il bambino Gesù viene da loro riconosciuto come l’

atteso: egli è la “terra promessa” dove i rappresentanti dell’umanità approdano con gioia. Alla vista del bambino e di sua madre essi si prostrano: è l’atteggiamento con il quale i supplici e gli apostoli si rivolgono a Gesù, riconoscendo in lui la presenza di Dio.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (30-12-2018)

Santa Famiglia – ALLA RICERCA DI GESU’

Gesù “smarrito” al tempio è per Maria e Giuseppe una preoccupazione, come sarebbe per ogni genitore. La famiglia, infatti, è sinonimo di cura, di protezione. E tuttavia, ognuno, nella vita, ha una missione. Così è di Gesù: anche per la sua famiglia umana c’è un cammino di ricerca e di comprensione della identità e della missione propria di Gesù, che saranno pienamente rivelate solo alla fine del suo percorso terreno. In questa ricerca la famiglia di Nazareth diventa modello: rimanda al mistero della vita, che richiede pazienza, capacità di accoglienza e di ascolto.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (23-12-2018)

IV domenica di Avvento anno c -IL FRUTTO DELLA BENEDIZIONE

La presenza dello Spirito di Dio in Elisabetta apre all’accoglienza della novità, il grido con cui accoglie Maria, “benedetta tra le donne”, è riconoscimento della presenza attiva di Dio nella storia umana. Solo la fede è capace di leggere negli eventi della storia le “meravigliose opere di Dio”, con le quali egli continua ad operare la sua salvezza in mezzo a noi. L’incredulità rende ciechi e indifferenti, ma chiude anche il cuore alla benedizione divina.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (16-12-2018)

III domenica di Avvento anno c – RALLEGRATEVI, IL SIGNORE E’ VICINO

ll cambiamento a cui Giovanni Battista invita esige una svolta seria nel proprio stile di vita, una svolta che può portare una gioia autentica perché l’esistenza riceve un significato nuovo e pieno: questo, però, è possibile se si riesce ad andare oltre la superficie per scoprire l’essenziale. Sobrietà ed essenzialità possono creare quel clima di vera gioia poiché spogliano il cuore da inutili attaccamenti e da passioni smodate, rendendolo invece più attento alle suggestioni che provengono dall’ascolto della parola di Dio.

Continua a leggere

Vangelo della domenica (9-12-2018)

IIa domenica di Avvento anno c – PREPARARE LA VIA AL SIGNORE

Giovanni Battista annuncia un battesimo di conversione, per il perdono dei peccati. Egli è identificato con la voce profetica che promette agli esiliati il ritorno in patria, come un nuovo esodo di liberazione. Nel deserto, luogo inospitale e privo di vita, riprende vigore la speranza di un popolo. E’ però necessario un radicale cambiamento, descritto con le immagini di sentieri da raddrizzare, valli da colmare, passi da appianare. Tale è sempre il cammino di fede che i cristiani devono percorrere per accogliere il Signore che viene.
Continua a leggere

Vangelo della domenica (2-12-2018)

1a domenica di Avvento anno c -LA LIBERAZIONE E’ VICINA

L’annuncio dell’Avvento è positivo, anche quando parla di “giudizio”. Infatti si tratta dell’attesa di Dio che entra nella nostra storia per trasformarla nel suo Regno. La reazione di chi si affida a lui non può dunque essere di angoscia e paura: chi sa perseverare nella fede incontrerà il Salvatore. I credenti sono invitati a levare in alto il loro sguardo, poiché possono confidare in Colui che hanno servito tra prove e tribolazioni. Continua a leggere

Vangelo della domenica (25-11-2018)

domenica di Cristo Re dell’universo – LA REGALITA’ DI GESU’ CRISTO

Gesù è re, non secondo i criteri di questo mondo: la sua è una regalità a beneficio degli uomini, una vera regalità universale in quanto nessuna realtà umana sfugge alla sua volontà di salvezza. E’ una regalità così diversa dal modo umano di intendere il potere poiché legata alla sua debolezza e vulnerabilità, poiché egli si è lasciato ferire per amore fino a morire. Paolo lo ha intuito: la forza di Dio si manifesta nella debolezza, una verità che per l’uomo è scandalo e follia. per questo il regno di Dio, manifestato in Gesù e offerto a tutti gli uomini, chiama anche noi all’esercizio di un servizio soprattutto verso i più deboli e poveri della terra.

Continua a leggere