Vangelo (15-08-2014)

ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

assuntaMaria è la vera “arca dell’alleanza”, è la “donna vestita di sole” immagine della chiesa (1a lettura).
Come l’arca dell’alleanza, costruita da Mosè, stava nel tempio perché era “segno e strumento” dell’alleanza di Dio con il suo popolo, così Maria è in cielo nella sua integrità umana, perché “segno e strumento” della nuova alleanza.
L’arca conteneva la legge e da essa Dio rispondeva alle richieste del popolo. Maria ci offre Gesù, il proclamatore della legge dell’amore, il realizzatore della nuova alleanza di salvezza: in lui il Padre ci parla e ci ascolta. Maria è figura e primizia della chiesa, madre del Cristo e degli uomini che essa ha generato a Dio nel dolore sotto la croce del Figlio; pertanto è preannuncio della salvezza totale che si realizzerà nel regno di Dio.
Ciò avverrà ad opera di Cristo risorto (2a lettura), modello e realizzatore della risurrezione finale, comunicata prima che ad altri a Maria, per la sua divina maternità.
L’Immacolata ha preannunciato il fine della redenzione, che è di ricondurre gli uomini ad una integrale innocenza; l’Assunta è preannuncio del traguardo finale della redenzione: la glorificazione dell’umanità in Cristo.
Maria richiama oggi i cristiani a sentirsi inseriti nella storia della salvezza e destinati ad essere conformati a Cristo, per opera dello Spirito, nella casa del Padre. Per questo il Concilio dice che l’Assunta è data agli uomini come “segno di sicura speranza e di consolazione” (vedi anche prefazio).
Nel Magnificat Maria annuncia che Dio ha compiuto un triplice rovesciamento: nel campo religioso egli travolge le autosufficienze umane: confonde i piani di quelli che nutrono pensieri di superbia, si drizzano contro Dio e opprimono gli altri.
Nel campo politico Dio capovolge gli ingiustificabili dislivelli umani: abbatte i potenti dai troni e innalza gli umili: non vuole coloro che spadroneggiano i popoli, ma coloro che li servono per promuovere il bene delle persone e della società senza discriminazioni razziali, culturali o politiche.
Nel campo sociale Dio sconvolge il classismo basato sul denaro e sul potere: colma di beni i bisognosi e rimanda a mani vuote i ricchi, per instaurare una vera fraternità, nella società e fra i popoli, perché tutti sono figli di Dio.
L’assunzione al cielo di Maria coinvolge non solo la sua anima, ma anche il suo corpo.
Tutta la persona, spirito e materia è salvata da Dio. Ecco perché anche l’azione della chiesa e la testimonianza del cristiano non possono fermarsi solo alla sfera spirituale. Non si deve parlare solo di “salvezza delle anime”.
Maria assunta in cielo è garanzia che tutto l’uomo sarà salvato, che i corpi risorgeranno.

Scarica foglietto della domenica