Vangelo della domenica (2-12-2018)

1a domenica di Avvento anno c -LA LIBERAZIONE E’ VICINA

L’annuncio dell’Avvento è positivo, anche quando parla di “giudizio”. Infatti si tratta dell’attesa di Dio che entra nella nostra storia per trasformarla nel suo Regno. La reazione di chi si affida a lui non può dunque essere di angoscia e paura: chi sa perseverare nella fede incontrerà il Salvatore. I credenti sono invitati a levare in alto il loro sguardo, poiché possono confidare in Colui che hanno servito tra prove e tribolazioni.l vangelo ci guida a cogliere con fiducia i segni di Dio nella nostra vita: ci parla di promessa e di vigilanza. Vigile deve essere soprattutto il cuore, l’organo delle intenzioni e delle decisioni importanti. La parola di Gesù evidenzia l’urgenza della conversione.
Anche la prima lettura ci annuncia un progetto di rinascita: un popolo afflitto impara a rinascere ogni giorno non solo dalle rovine materiali, ma soprattutto da quelle spirituali. La fedeltà di Dio alla sua promessa di salvezza è motivo di speranza.
Nella seconda lettura Paolo invita la comunità cristiana all’amore fraterno, centro e stile concreto della vita cristiana.

scarica foglietto della domenica