Vangelo della domenica (22-01-2017)

III domenica del t.o. anno a -CONVERTITEVI,                                                                                                 IL REGNO DEI CIELI E’ VICINO

Dalla Galilea delle genti incomincia l’evangelizzazione di Gesù, rivolta a tutta l’umanità. Si tratta, come dice il vangelo, di diffondere universalmente la luce portata da Gesù: “Il popolo immerso nelle tenebre ha visto una grande luce!”. Passare dalle tenebre alla luce è metafora della conversione: si tratta di un cambiamento radicale del modo di vivere, richiede di ribaltare la scala dei valori terreni a cui siamo legati, è in gioco la trasformazione del cuore. Oggi questo richiamo alla conversione ci risulta estraneo e disturbante, poiché il principio di comodità caratterizza spesso la nostra quotidianità. Solo l’esperienza di un autentico incontro con la luce che Gesù è potrà smuoverci dalla tenebra delle nostre sicurezze.


L’annuncio della vicinanza del regno di Dio nel vangelo non può lasciarci nell’indifferenza. Per essere però percepito come liberazione da ogni forma di male e come pienezza di vita, richiede la disponibilità alla conversione e alla testimonianza; per diventare “pescatori di uomini” occorre imparare a seguire Gesù.
Nella prima lettura Isaia ci pone a confronto con un’esperienza di liberazione dall’angoscia e dall’oppressione attraverso l’intervento di Dio: descrive la gioia dei salvati, ai quali è stata resa libertà e pace. Nella seconda lettura Paolo traduce la luce di Cristo nei termini di unità e concordia all’interno della comunità cristiana: la divisione nel popolo di Dio fa ripiombare nella tenebra e rappresenta una contro-testimonianza di fronte al mondo.

scarica foglietto della domenica