Vangelo della domenica (24-02-2019)

VII domenica del t.o. anno c -UNA COMUNITA’
CHE NASCE DALL’AMORE

Il centro della liturgia odierna è l’invito evangelico a diventare misericordiosi “come il Padre vostro è misericordioso”. E’ invito ad intraprendere un cammino, al termine del quale nessuno può mai dirsi arrivato. E’ anche l’indicazione inequivoca di come diventare comunità, ossia di come può essere vissuto nel concreto l’amore testimoniato da Gesù: non giudicare, non condannare, perdonare, donare. Al termine di questo cammino, non sempre facile, i discepoli che hanno praticato questi atteggiamenti sperimenteranno la pienezza della salvezza.

Nel vangelo Gesù si propone come modello di uno stile di vita rivoluzionario: fare del bene, persino nei confronti di coloro che si comportano da nemici, significa rinunciare a odiare, maledire, disprezzare, atteggiamenti che devono essere sostituiti dalla disponibilità a benedire e a pregare: qui sta il cuore dell’autentica sequela, cioè del vero essere cristiani.
L’episodio al centro della prima lettura illustra bene il tema centrale del vangelo e ne forma un’anticipazione profetica: l’amore dei nemici trova una sua manifestazione proprio nel perdono delle offese.
Anche Paolo nella seconda lettura continuando la riflessione sulla fede nella risurrezione, rivolge ai cristiani l’invito a portare in se stessi l’immagine dell’uomo celeste, ossia “spirituale”, superando in tal modo la semplice dimensione “animale”, ovvero di limite e caducità.

scarica foglietto della domenica