Vangelo della domenica (25-11-2018)

domenica di Cristo Re dell’universo – LA REGALITA’ DI GESU’ CRISTO

Gesù è re, non secondo i criteri di questo mondo: la sua è una regalità a beneficio degli uomini, una vera regalità universale in quanto nessuna realtà umana sfugge alla sua volontà di salvezza. E’ una regalità così diversa dal modo umano di intendere il potere poiché legata alla sua debolezza e vulnerabilità, poiché egli si è lasciato ferire per amore fino a morire. Paolo lo ha intuito: la forza di Dio si manifesta nella debolezza, una verità che per l’uomo è scandalo e follia. per questo il regno di Dio, manifestato in Gesù e offerto a tutti gli uomini, chiama anche noi all’esercizio di un servizio soprattutto verso i più deboli e poveri della terra.


Il vangelo ripropone la scena di Gesù davanti a Pilato: sono messe a confronto due concezioni del potere e della sovranità. A Pilato che lo interroga sul suo essere re, Gesù risponde: il mio regno non è di questo mondo. Chi vuol riconoscere la sua regalità non può fare altro che ascoltare la sua parola.
Così le immagini della prima lettura prefigurano il potere che in Cristo si rivela come potere di salvare l’uomo. Anche chi lo segue è chiamato alla salvezza passando attraverso la persecuzione.
La seconda lettura, tratta dall’Apocalisse, ci presenta Cristo come “testimone fedele”, credibile in quanto con le sue parole e con la sua vita ha mostrato quale sia realmente la volontà di Dio: la nostra salvezza.

scarica foglietto della domenica