Vangelo della domenica (3-02-2013)

 DOMENICA 3 FEBBRAIO-  IV° DEL TEMPO ORDINARIO:
UNA COMUNITA’ DI PROFETI966

Geremia è chiamato da Dio ad essere profeta delle nazioni (1° lettura); Gesù si presenta come il profeta che compie la sua missione nel modo (vangelo), la chiesa è una comunità di profeti. Ma che cosa vuol dire essere profeta?  Il profeta è la coscienza critica del popolo in nome della Parola di Dio. E’ perciò è un “essere-contro”. Smaschera le subdole complicità del male, denuncia  le falsità del culto, gli abusi di potere, ogni forma di idolatria, di ingiustizia, di “catturazione” di Dio.
Il profeta è sempre un invito alla conversione personale e comunitaria. E’ mosso da un amore appassionato per gli uomini e per Dio. E’ il difensore degli oppressi, dei deboli, degli emarginati, è sempre dalla loro parte; è la loro voce, è la voce di chi non ha voce; è chiamato ad essere responsabile di Dio di fronte agli uomini e responsabile degli uomini di fronte a Dio.
Il profeta è l’uomo della speranza: guarda avanti con fiducia. Nei momenti più duri del popolo, le parole del profeta sono parole di consolazione e di fiducia. Denunciata l’infedeltà dl popolo, il profeta ann8uncia la fedeltà di Dio.
Il profeta è  l’uomo della “alleanza”, egli vede ciò che Dio fa, vede il suo piano d’amore, fa una lettura divina degli eventi umani. Il profeta per eccellenza è Gesù. La Chiesa, in quanto comunità d’amore, a servizio di tutti gli uomini, partecipa al suo carisma, legge gli eventi nella fede, alla luce della Vangelo e orienta gli uomini verso la meta preparata per loro da Dio.
Come Geremia e Gesù, anche i profeti di oggi e la comunità cristiana incontrano persecuzioni e sofferenza a causa della profezia, perché questa rivela la falsità e la malvagità degli uomini che non sono disposti s convertirsi e a seguire la parola dl Vangelo. E questo avviane, talora, non solo da poteri esterni alla Chiesa e alla comunità cristiana, ma anche dal proprio interno, specie quando si è legate alle piccole tradizioni e si rifiuta ogni cambiamento.