Attualità (1-03-2020)

Articoli attualità e rubriche

UNA STRADA DI VITA

Quella che Gesù traccia davanti a noi non è una strada di tristezza e dunque non dobbiamo cominciare con l’assumere “una faccia da quaresima”. Questo tempo è fatto per condurci verso la vita e la felicità. Ma come realizzare un obiettivo così importante e desiderato?
Si tratta innanzitutto di liberarsi da tutto ciò che ci impedisce di camminare, da tutto ciò che ingombra il nostro cuore e la nostra intelligenza e non ci permette di ascoltare, di riconoscere, di raggiungere il Signore che ci attende a braccia aperte, per rinnovare la nostra esistenza.
Ecco il senso del digiuno: provare fame di cibo non a scopi dimagranti, ma per avvertire quella fame più profonda che è desiderio di Lui, della sua Parola. Astenersi da ciò che è voluttuario e superfluo, per non perdere di vista l’essenziale. Affrancarsi da un bisogno spasmodico e divorante di cose per affrancarsi da ciò che rovina la nostra vita, cioè il peccato, il male.
Si tratta, però, allo stesso tempo, di assumere degli atteggiamenti positivi che permettano a quella luce che Dio ha posto in noi di crescere, alla vita che ci ha trasmesso di trovare uno spazio adeguato per dilatarsi e colmarci di una pienezza nuova.
Ecco allora la strada della preghiera, strada che imbocca chi cerca Dio e comincia con l’aprire il suo cuore alla Parola. Trova il tempo per fermarsi, per ascoltare, per meditare e avverte il bisogno di rispondere a Colui che offre la sua tenerezza di Padre e cerca il suo amore di figlio.
Ecco la strada dell’elemosina. Non il gesto sbrigativo di chi si toglie dai piedi un povero, mettendogli in mano una moneta. Ma la scelta di provare a mostrare compassione per chi soffre, donando prima di tutto la propria attenzione e il proprio tempo e anche, naturalmente, un soccorso concreto.
Strade della Quaresima, strade per giungere all’incontro con il Cristo risorto, strade per condividere la sua vittoria e la sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *