Attualità (16-06-2019)

NON NOMINARE IL NOME DI DIO INVANO

Restano inascoltati gli appelli di Papa Francesco, che invita a superare barriere e pregiudizi. Nonostante che perfino l’ONU abbia richiamato l’Italia per la violazione dei diritti umani, e la Corte di giustizia dell’Unione Europea abbia stabilito che nessuno può essere rimpatriato se nei Paesi d’origine rischia la vita o teme d’essere perseguitato e privato della libertà, il governo italiano continua a chiudere i porti e a considerare reato l’aiuto ai migranti. E’ falso che i morti nel Mediterraneo sono stati azzerati. Ad essere azzerati sono i testimoni. I migranti, purtroppo, continuano a morire in mare, in proporzione più di prima, come affermano i rappresentati delle Organizzazioni non Governative che operano nel Mediterraneo.
Nel frattempo il clima nel Paese è sempre più rancoroso, grazie a chi semina odio, alimentando tensioni e discriminazioni, in nome anche della fede cristiana e del vangelo!
Chi sta per “annegare” va salvato. Sempre. Non c’è legge che possa impedirlo. La vita umana non ha prezzo. E la Chiesa non gira mai lo sguardo altrove Aiuta tutti senza distinzioni. Non in cambio di voti e consensi, ma in totale gratuità e disinteresse, nella fedeltà al Vangelo e al comandamento dell’amore. E pazienza se alcuni militanti di Casa Pound, in piazza S. Pietro hanno contestato Papa Francesco con lo striscione. “Bergoglio come Badoglio. Stop all’immigrazione”, dandogli del “traditore”. O se, ancora, il Papa viene fischiato per i suoi appelli all’accoglienza, come è avvenuto in Piazza duomo a Milano. Durante una manifestazione è stato portato via un cartello che ricordava a Salvini il comandamento: “Ama il prossimo tuo”, perché deturpava l’ambiente. Ancora una volta, il leader leghista non ha perso l’occasione di ostentare la corona del  rosario, strumentalizzando la Madonna e i santi, invocati a promozione di una politica, la sua, priva di umanità verso i poveri migranti. “Non nominare il nome di Dio invano”, gli ha ricordato il direttore di Civiltà Cattolica, il gesuita padre Antonio Spataro. Non si usa Dio per i propri scopi. E’ ora che i cristiani si indignino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi

Categorie

Visite

Visite 2.828

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 101

Da una qualsiasi SERP 12

IP unici 399

Ultimi 30 minuti 4

Oggi 77

Ieri 81