Attualità 1 (24-05-2015)

Il ferro negli alimenti

Il Ferro è un minerale presente in abbondanza sulla nostra terra.Spesso si parla di carenza di ferro in parte erroneamente, perché i problemi possono essere piuttosto di assimilazione e le cause devono essere ricercate non tanto nella quantità di ferro ingerito, quanto nella capacità di ogni individuo di assimilarlo.
-I fattori che inibiscono l’assimilazione di ferro sono:
carenza di calcio, di vitamina C, vita sedentaria, vino rosso, troppi caffè e tè,
eccesso di sale, bevande gassate, dolcificanti industriali e le diete acidificanti (quelle nelle quali si fa abuso di carne, latte e proteine animali in generale), più una serie di patologie di base.

-I fattori che aiutano l’assorbimento di ferro sono:
il complesso di vitamine B, la vitamina A, il calcio, la vitamina C di cui sono ricche frutta e verdure.
Perché il ferro venga assimilato nel modo corretto, è necessaria la presenza di rame, cobalto, manganese, vitamina C e vitamina E, tutti questi minerali sono presenti in modo copioso nei vegetali, ad esempio:
– il rame nella crusca 1,23 mg, nelle lenticchie 1,00 mg, negli anacardi 2,00 mg, nelle nocciole 1,30 mg, nelle noci 1,00 mg;
– il cobalto nella verdura a foglie verdi, nella frutta fresca, in quella secca e nei semi oleaginosi;
– il manganese nei cereali integrali, nella crusca, nei semi oleaginosi, nei legumi, nella verdura a foglie verdi, banane, sedano;
– la vitamina C in tutti i prodotti vegetali, specialmente la frutta fresca;
– la vitamina D ed E nell’olio di germe di grano
Vi riporto una tabella dove sono indicati i valori espressi in mg per 100 grammi di prodotto:

tabella-contenuto-ferro-alimenti

Un saluto affettuoso

Dott.ssa Mariarosaria Fimiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi

Categorie

Visite

Visite 2.896

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 103

Da una qualsiasi SERP 2

IP unici 600

Ultimi 30 minuti 1

Oggi 48

Ieri 88