Attualità (25-12-2015)

PER UNA TEOLOGIA DELLA MISERICORDIA

Il risalto della misericordia quale tema centrale per la teologia, cioè per il discorso su Dio, significa riflettere in modo nuovo sull’importanza centrale del messaggio della misericordia di Dio nell’Antico e nel nuovo Testamento. Questo tema, infatti, finora, è stato trattato in maniera molto marginale nella teologia. In essa la misericordia è trattata come una delle tante proprietà di Dio, il più delle volte solo brevemente e sempre dopo le altre proprietà che derivano dall’essenza metafisica di Dio. La misericordia non occupa mai, nella teologia, un posto centrale. Questo risultato è deludente, anzi catastrofico. Esso impone di ripensare tutta la dottrina delle proprietà di Dio e di assegnare alla misericordia il posto che le compete. Esso non corrisponde infatti né all’importanza centrale della misericordia nella Bibbia, né alle spaventose esperienze del XX secolo e alle paure di questo secolo XXI a proposito del futuro. In una situazione nella quale molti nostri contemporanei sono scoraggiati, privi di speranza e di orientamento, il messaggio della misericordia di Dio dovrebbe essere presentato come il messaggio della fiducia e della speranza: una grande provocazione per la teologia.
La mancanza di una riflessione teologica sul messaggio biblico della misericordia di Dio ha come conseguenza che questo concetto è spesso degenerato e si è ridotto ad una pastorale e spiritualità dolciastra e ad una morbidezza esangue ed estenuata, cui manca qualsiasi risolutezza e chiaro profilo che vogliono solo giustificare in qualche modo chiunque. Una simile prassi può risultare fino ad un certo punto come reazione ad una prassi legalistica impietosamente rigida. Ma la misericordia diventa una pseudo-misericordia, se in essa non c’è più percepibile nulla dello sgomento davanti a Dio santo, alla sua giustizia e al suo giudizio, se il sì non più un sì e il no non è più un no e se essa non supera, ma affossa l’esigenza della giustizia. Il vangelo insegna la giustificazione del peccatore, ma non del peccato, per cui dobbiamo amare il peccatore, ma odiare il peccato.
La teologia tradizionale, fondata più sulla filosofia che sulla sacra Scrittura, ha sempre messo in primo piano le proprietà di Dio che risultano dalla sua essenza metafisica: infinità, eternità, onnipresenza, onniscienza, onnipotenza… E’ facile osservare come tra le proprietà metafisiche di Dio non c’è posto per la misericordia, perché essa non risulta dall’essenza metafisica, ma dall’autorivelazione storica di Dio. La dimenticanza della misericordia non è perciò un problema marginale: rende necessaria una nuova riflessione sulle proprietà di Dio. La Bibbia, infatti, ci presenta Dio che soffre con la sua creatura, che, in qualità di “misericordioso”, ha un “cuore” vicino ai poveri e per i poveri (miseri). Un Dio così astrattamente pensato rischia di apparire lontano dagli uomini e dalla storia, per diventare estraneo e indifferente a molte persone.
Altre volte si è presentato Dio misericordioso verso il peccatore pentito e pronto a convertirsi, ma che punisce coloro che non si pentono. Questa concezione viene da un’idea retributiva della giustizia: Dio premia i buoni e i pentiti e condanna i cattivi che non si pentono.
Fu questo il grande tormento del giovane Martin Lutero che si domandava: ”Come posso trovare Dio benigno?”, finché un giorno egli riconobbe che, nel senso della Bibbia, la giustizia di Dio non è punitiva, ma giustificante e, quindi, la sua misericordia. Il rapporto fra giustizia e misericordia divenne così la questione centrale della teologia Ci sono voluti secoli per arrivare ad affermare che la giustizia di Dio è la sua misericordia, anche se non si sono ancora approfondite le conseguenze di questa affermazione. E’ questa la sfida, proposta da Papa Francesco, a partire proprio dal Giubileo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

Visite

Visite 1.207

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 43

Da una qualsiasi SERP 1

IP unici 375

Ultimi 30 minuti 1

Oggi 52

Ieri 65