Attualità (29-06-2014)

MISERICORDIE E DONATORI DAL PAPA

60 mila volontari delle Misericordie e dei Donatori Fratres, sabato 14 giugno si sono incontrati con Papa Francesco. Solo dalla Toscana, i volontari delle Misericordie erano 20 mila. Una folta delegazione ha partecipato anche da Massarosa.
Alle 12, il Papa si è presentato in piazza S: Pietro suscitando un’immensa esplosione di gioia della folla e il Card. Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, ha preso la parola ricordando la tradizione secondo la quale il vescovo del capoluogo toscano è anche capo di guardia nella Misericordia di Firenze. “L’operoso servizio delle Misericordie, accanto a tutti quelli che soffrono –ha proseguito– ha preso forme diverse nei tempi, per rispondere a sempre nuovi bisogni; un servizio che non si svolge in una gelosa separatezza, ma entra in dialogo e collaborazione con altre realtà del volontariato e con le istituzioni della società civile”.
Pertanto, ha detto l’arcivescovo di Firenze, “non è frutto di un sia pur nobile sentimento solidaristico, ma è fede che si fa carità. Essere fratello e sorella della Misericordia ha la sua radice nel dono del Battesimo ed è espressione di appartenenza ecclesiale, di una Chiesa “in uscita” verso le periferie del dolore del mondo”.
Hanno poi preso la parola i presidenti dei due movimenti. Roberto Trucchi, presidente delle Misericordie, rivolgendosi al Papa, ha detto: “Santo Padre, lei ha detto che la Chiesa è un “ospedale da campo” e che c’è tanto bisogno di curare le ferite, di portare la carezza di Dio sulle piaghe dei nostri peccati. Questo è ciò che il nostro movimento fa da 770 anni: avvicinarsi a chi ha bisogno e curare le sue ferite, corporali e spirituali, testimoniando l’amore di Dio attraverso le opere di misericordia.
“La sua benedizione, ha detto Luigi Cardini, presidente dei Gruppi Fratres, rappresenterà per noi un grande sostegno per continuare a donare parte di noi stessi e promuovere e perpetuare la nostra opera di promozione della cultura della donazione; una cultura di amore e di fratellanza di cui ci sembra che la nostra società abbia sempre più bisogno”.
Il Papa si è rivolto ai confratelli e alle consorelle con affetto, ricordando che “tutto il vostro servizio prende senso e forma dalla parola Misericordia, che, etimologicamente, significa donare il cuore ai miseri, a quelli che hanno bisogno. Ed è quello che ha fatto Gesù, ha spalancato il cuore a chi ha bisogno” Poi il Papa ha lamentato l’eccesso di parole e i pochi fatti: “Troppe parole, troppe parole, ma non si fa niente, questo è un rischio… Di parole ne abbiamo sentite tante. Quello che serve è l’operare, la testimonianza cristiana, l’andare dai sofferenti, l’avvicinarli come Gesù ha fatto. Imitiamo Gesù. Egli va per le strade e non ha pianificato né i poveri, né i malati, né gli invalidi che incontra lungo il cammino. Ma con il primo che incontra si ferma, diventando presenza che soccorre, segno della vicinanza di Dio, che è bontà, provvidenza e amore. Vi incoraggio a portare avanti con gioia la vostra azione e a modellarla su quella di Cristo. Lasciando che tutti i sofferenti possano incontrarvi e contare su di voi nel momento del bisogno…
“Che le Misericordie e i gruppi Fratres—ha concluso il Papa, prima di impartire la sua benedizione sui due movimenti– continuino ad essere luoghi di accoglienza e di gratuità nel segno dell’autentico amore misericordioso  per ogni persona.
Alberto Corsinovi, presidente della Federazione Toscana delle Misericordie, ha commentato: “Il Papa ci ha messo in guardia da chi usa tante, troppe parole, ma poi non si impegna per cambiare ciò che non va. Facciamo nostro con convinzione questo ammonimento e questo d’ora in avanti sarà, ancor più, il nostro stile e la nostra modalità d’azione”.
Pubblichiamo volentieri sul nostro foglio le posizioni della gerarchia della Chiesa e dei vertici delle Misericordie e dei Donatori Fratres, perché sono in perfetta sintonia con quanto da noi già pubblicato nelle settimane precedenti.

Archivi

Visite

Visite 1.188

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 42

Da una qualsiasi SERP 1

IP unici 356

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 17

Ieri 20