attualità (1-01-2013)

GIORNATA DELLA PACE

Come ogni anno, il primo dell’anno si celebra la Giornata Mondiale della pace. Quest’anno il S. Padre ha intitolato così il suo doscorso per questa giornata: “Pace, dono di Dio e opera dell’uomo”. Ve ne diamo una brevissima sintesi. I nostri tempi, dice il Papa, contrassegnati dalla globalizzazione con i suoi aspetti positivi e negativi, nonché da sanguinosi conflitti ancora in atto a da minacce di guerra, reclamano un rinnovato e corale impegno nella ricerca del bene comune, dello sviluppo di tutti gli uomini e di tutto l’uomo. Per essere “costruttori di pace”, afferma ancora il Pontefice, bisogna mettere Dio al centro, bisogna difendere e promuovere la vita nella sua integralità, promuovere un nuovo modello di sviluppo e di economia, educare ed educarsi permanentemente alla cultura di pace. Una cultura e una pedagogia di base esigono rispetto, onestà, cordialità con tutti. Bisogna educare ed educarsi ad amarsi, a vivere con benevolenza, più che con tolleranza. Bisogna dire “no” alla vendetta e alla violenza, riconoscere i propri errori e accettare le scuse degli altri.E’ necessaria una pedagogia del perdono, perché il male si vince col bene. Tutto ciò costituisce un vero e proprio cammino spirituale verso i valori più alti, una visione nuova della storia e della realtà umana, che comporta anche un impegno concreto, quotidiano a discernere la vera pace dalla falsa, a riconoscere la nostra scarsa sensibilità verso di essa, la nostra facile inclinazione a giustificare le Aggressioni e le violenze, il nostra ripiegamento su noi stessi, come individui, come comunità e come popoli. Dobbiamo, infine, sostenere e alimentare la nostra tensione verso la pace con la preghiera, come S: Francesco, chiedendo a Dio di renderci strumenti della sua pace, per portare il suo amore dove c’è odio, il suo perdono ove è offesa, la vera fede ove è dubbio.In particolare, bisogna pregare per coloro che hanno responsabilità nel governo delle comunità, della nazioni e del mondo, affinchè, accanto alla sollecitudine per il benessere di tutti i cittadini, garantiscano, difendano e promuovano con ogni mezzo la pace, superando le barriere fisiche, ideologiche e religiose, rafforzando i vincoli di solidarietà e di fraternità fra gli uomini e i popoli.

LA NOSTRA CHIESA HA BISOGNO DI VOI

Come tutti ormai sanno, sono iniziati i lavori di ristrutturazione della chiesa di Massarosa. La spesa prevista è di euro 171.000. Al momento sono quasi terminati i lavori di rifacimento della copertura esterna della cupola la spesa per questa parte dei lavori ammonta a circa 75.000 euro. Restano
da fare il ripristino degli intonaci e delle decorazioni pittoriche interne, i restauri  di parte del tetto,  del timpano , imbiancatura delle facciate, sostituzione delle canale e dei discendenti.
A tutto questo si deve aggiungere che alla Parrocchia è stato ingiunto di rifare, entro sei mesi l’intero impianto di riscaldamento, perché quello attuale è fuori norma e non adattabile alla legislazione corrente. Questa sarà una spesa che va ad aggiungersi a quella preventivata per i restauri. E’ inoltre urgente il rifacimento dell’impianto elettrico della chiesa e della canonica. L’importo dei lavori già programmati sarà finanziato attraverso l’accensione di un mutuo bancario. Per far fronte al pagamento delle rate sono necessarie offerte e donazioni. E poiché il mutuo avrà rate e scadenze precise, oltre, naturalmente, ad offerte libere e occasionali, suggeriamo alle persone e alle famiglie un impegno periodico fisso, che ognuno decide in base alle proprie disponibilità. Si possono inviare le offerte attraverso i seguenti conti, tutti intestati alla Parrocchia dei SS. Iacopo e Andrea di Massarosa:

1. versamento su conto corrente postale n°   12400552;

2. Versamento su conto corrente bancario di Banca Popolare Etica, IBAN     IT76P05018o2800000000146792.

3. Impegno ad offerte mensili o bimestrali di importo libero .

Il contributo alla Parrocchia, documentato da regolare ricevuta, è deducibile dalla dichiarazione dei redditi personale e di impresa.

……………………………………………………………………………………………………..

 MODULO   DI  IMPEGNO  (da consegnare alla Parrocchia)

Il sottoscritto…………………………………………………………………………….

Indirizzo:…………………………………………………n° telef………………….

Si impegna a versare alla Parrocchia di Massarosa un contributo di

 euro……….          – ogni mese                  – ogni due mesi

                                 – per un anno                – per due anni

Attraverso   –  c.c. postale;    – c.c. Banca Etica;     – consegna contanti

A partire dal gennaio 2013.       (fare una X sulle risposte desiderate).

 Firma…………………………………………………………

 

 

 

 

.

Archivi

Visite

Visite 1.087

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 39

Da una qualsiasi SERP 2

IP unici 456

Ultimi 30 minuti 2

Oggi 30

Ieri 23