Avvisi (29-09-2013)

SOLENNE INIZIO
DELL’ANNO CATECHISTICO

Domenica 13 ottobre, alla messa delle ore 11.00, a Massarosa celebreremo l’inizio dell’anno catechistico rivolto, come programmato dalla nostra Unità Pastorale a tutte le età. Sono invitati, bambini, ragazzi, giovani, famiglie e persone dell’”età libera” per una festa che segna l’inizio del cammino che coinvolge tutti.

PRONTI I PROGRAMMI DEI
GRUPPI DI CATECHISMO
Sono a disposizione , nelle chiese, i programmi dei gruppi di catechismo con le date di inizio dell’attività di ogni gruppo. Chi è interessato può prenderlo o chiederlo in canonica.

“PERCORSO” PER FIDANZATI
E GIOVANI SPOSI
Come avevamo più volte detto negli incontri precedenti, non si farà più il “corso” per fidanzati in preparazione al matrimonio”, secondo lo spirito nuovo che vogliamo dare alla nostra comunità, ma un “percorso”, illuminato dalla

Parola di Dio che mira prima di tutto a fare dei “discepoli” di Gesù e del Vangelo: Si faranno, pertanto, incontri mensili a Pieve a Elici. (Il primo incontro sarà venerdì 25 ottobre alle ore 21.00. Giovani coppie e fidanzati sono invitati a partecipare anche all’inizio dell’anno catechistico che celebreremo alla messa delle ore 11.00 a Massarosa domenica 13 ottobre.

MESSAGGIO AI GENITORI E ALLA COMUNITA’:
UN NUOVO MODO
DI FARE IL CATECHISMO.
1.Il primo catechismo si fa in famiglia.
E’ lì che si imparano le preghiere fondamentali e le prime nozioni su Dio e sulla fede. I genitori che non si sentono all’altezza cerchino aiuto partecipando agli incontri che la parrocchia organizza appositamente per loro..
2.Il secondo è la partecipazione all’Eucarestia della domenica con la famiglia, fino alla prima comunione, e poi col gruppo. E’ necessario, però, che la messa della domenica acquisti sempre di più la caratteristica della festa e della gioia.
3.E’ importante che i ragazzi non solo “assistano” alla messa, ma vi partecipino. I modi sono: servire all’altare (chierichetti), cantare (a questo scopo stiamo promuovendo il coro dei bambini), cartelloni e messaggi preparati negli incontri di catechesi, processione offertoriale, preghiere dei fedeli…
4.Solo sé c’è tutto quello che abbiamo detto sopra ha senso il catechismo, che, di fatto, si riduce a pochi incontri in un anno, che però, sono più che sufficienti se si realizzano i punti sopraddetti.
5. Il catechismo non serve solo a preparare ai sacramenti, prima confessione, prima comunione, cresima, battesimo, matrimonio, ma a formare dei discepoli che, seguendo l’insegnamento di Gesù e del Vangelo, crescano nella fede. Non è, perciò, un prezzo da pagare per essere ammessi ai sacramenti, i quali sono un dono di Dio, ed Egli li offre gratuitamente. La catechesi serve a comprendere, attraverso la parola di Dio, la bellezza e la grandezza di questi doni.
6.Vogliamo che il catechismo venga vissuto dai ragazzi , dai giovani e dalla famiglia come una scoperta gioiosa e una risposta alle esigenze profonde dell’essere. Per questo chiediamo l’aiuto di tutti.
7. Il catechismo ai bambini e ai ragazzi, infine è sicuramente più incoraggiante per loro se le famiglie e tutta la comunità saranno impegnate con loro in un cammino di ascolto della parola di Dio.

 

Archivi

Visite

Visite 1.004

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 36

Da una qualsiasi SERP 1

IP unici 329

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 0

Ieri 18