E’ Domenica (24-10-2021) – XXX domenica del tempo ordinario anno b

COMMENTO AL VANGELO –XXX DOMENICA T.O.

Il protagonista del brano del Vangelo secondo Marco di questa XXX Domenica del Tempo Ordinario è Bartimeo, un cieco che, solo, si trova lungo la strada che parte da Gerico a mendicare.
Su quella stessa strada si trova a passare anche Gesù, che sta andando verso Gerusalemme, assieme ad una folla numerosa di seguaci. Non appena Bartimeo sente che sta passando Gesù, si mette a gridare, a chiamarlo a gran voce, chiedendogli di avere pietà di lui. I discepoli e i seguaci di Gesù cercano di metterlo a tacere, ma Bartimeo non si arrende e grida ancora con più forza. Allora Gesù, accortosi del richiamo di quell’uomo cieco, lo fa chiamare. La reazione di Bartimeo è istantanea: getta via il mantello – il suo unico possedimento – e scatta in piedi, pronto ad andare da Gesù. Al Maestro chiede di vedere di nuovo, di poter scorgere quella luce che aveva visto un tempo ma che si era poi offuscata. Gesù riconosce la fede di quest’uomo che si fa avanti e desidera cambiare, iniziare una vita nuova. Per questo, la sua richiesta di poter vedere di nuovo è esaudita. Il cieco passa dal buio alla luce e subito si mette a seguire Gesù con gioia.
L’atteggiamento di Bartimeo è quello umile di chi si riconosce peccatore: chiede pietà a Gesù che passa davanti a lui; è quello cristiano di chi lascia tutto per seguire Gesù. Poche settimane fa abbiamo ascoltato il brano di quel ricco che, quando Gesù gli chiede di lasciare tutto per seguirlo, si fa triste e se ne va. Oggi ascoltiamo di un uomo povero che lascia addirittura il suo mantello nello slancio di seguire Gesù. È un uomo desideroso di dare una svolta alla sua vita e riconosce in Gesù l’opportunità di un nuovo inizio, per passare dal buio del peccato alla luce della salvezza.
In questa giornata dal carattere missionario, il brano del Vangelo ci invita a dire al prossimo “Coraggio! Alzati, ti chiama!”, ci invita ad essere sensibili nei confronti di chi tenta di avvicinarsi a Gesù, senza soffocarne il grido come fa la folla nei confronti del cieco.

XXX domenica del t.o. anno b clicca sopra per leggere la parola di Dio

SPECIALE SINODO
Domenica 17 ottobre è stata aperta anche nella Diocesi di Lucca la fase Diocesana del Sinodo della Chiesa universale proposto da Papa Francesco. Di seguito riportiamo un articolo di Famiglia Cristiana (la seconda parte) per avere un po’ di chiarezza sul cammino che ci attende come chiesa particolare e come Chiesa Intera nei prossimi anni.

SINODO, DIECI COSE DA SAPERE (SECONDA PARTE)
Quando e come nasce il Sinodo?
L’ idea di ristabilire i Sinodi, come nella Chiesa antica, era già sorta nella fase preparatoria del Concilio Vaticano II. Il cardinale Silvio Oddi, allora nunzio apostolico nella Repubblica Araba Unita (Egitto), presentò una proposta il 15 novembre 1959 per istituire un organo di governo centrale della Chiesa, o, per usare le sue parole, un organo consultivo. Diceva: «Da molte parti del mondo giungono lamentele perché la Chiesa non ha un organo consultivo permanente, a parte le congregazioni romane. Pertanto dovrebbe essere istituito una sorta di “Concilio in miniatura” che includa persone provenienti dalla Chiesa di tutto il mondo, che s’ incontrino periodicamente, anche una volta all’ anno, per discutere le questioni più importanti e per suggerire nuove possibili vie nell’ operato della Chiesa. Un organo insomma che si estenda a tutta la Chiesa come le Conferenze Episcopali riuniscono tutta o parte della Gerarchia di un Paese, come altri organi, per es. C.E.L.A.M. (la Conferenza Episcopale dell’ America Latina) estendono la propria attività a beneficio di tutto un continente».
Durante i suoi 26 anni di pontificato, Giovanni Paolo II ha presieduto 13 Sinodi dei Vescovi. Il secondo dei tre Sinodi Straordinari ebbe luogo nel 1985, per il 20.mo anniversario della conclusione del Concilio Vaticano II. Sotto il suo pontificato iniziarono i Sinodi Speciali dedicati a specifiche aree geografiche. La maggior parte di questi Sinodi furono seguiti da un’Esortazione apostolica post-sinodale.
Papa Benedetto XVI ha presieduto 5 Sinodi, di cui 2 Assemblee Speciali. Anche lui ha contribuito al ricco patrimonio dottrinale della Chiesa pubblicando esortazioni apostoliche dopo ogni Sinodo.
Chi il segretario generale del Sinodo?
Dal 15 settembre 2020 è il cardinale maltese Mario Grech, vescovo emerito di Gozo.

AVVISI
Domenica 24 – è la Giornata Missionaria Mondiale. Le offerte raccolte durante la Messa nelle varie chiese, sono destinate alle Missioni.
Martedì 26 – alle ore 21 in canonica a Massarosa incontro sulla Parola di Dio della domenica.
alle 21 incontro Giovani
Giovedì 28 – Alle 21 nella Chiesa di Santa Rita incontro di lancio del percorso sinodale per la zona della Versilia. L’incontro è rivolto esclusivamente ai membri dei Consigli Pastorali delle Comunità Parrocchiali della Versilia.
Venerdì 29 – .alle 21 al Don Bosco riunione volontari progetto APRI
A Bozzano dal lunedì 25 in chiesa alle ore 20,30 Ottavario dei defunti

SOLENNITA’ DI TUTTI I SANTI E COMMEMORAZIONE
DEI FEDELI DEFUNTI
Le messe hanno il seguente orario
Lunedì 1 novembre
Massarosa ore 8 e ore 11.
Montigiano ore 9 e visita al cimitero
Piano del Quercione ore 9,30
Bozzano ore 10
Gualdo ore 10,30 e visita al cimitero
Pieve a Elici ore 11,30 e visita al cimitero
Martedì 2 novembre
Massarosa (cimitero) Massarosa ore 10
Bozzano (cimitero) -ore 15
Piano del Quercione (cimitero) ore 15

MISERICORDIA DI PIANO DEL QUERCIONE
Domenica 24 ottobre la Misericordia organizza la ‘festa del ciclamino’. I fiori saranno offerti al mattino sul piazzale della Chiesa di Piano del Quercione. Il ricavato verrà devoluto a famiglie bisognose.

MISERICORDIA DI MASSAROSA
Avviso agli utenti
Si comunica che i bollettini relativi al pagamento delle luci votive per l’anno 2021 verranno inviati direttamente dalla Amministrazione Comunale. La sede della Misericordia rimane aperta per la riscossione delle quote e delle lampade per l’ottavario anno 2021 con il seguente orario:
Dal 20 ottobre al 1 novembre 2021
Dalle ore ) alle ore 12 sabato e domenica esclusi.
Il Consiglio della Misericordia

One Reply to “E’ Domenica (24-10-2021) – XXX domenica del tempo ordinario anno b”

  1. Riccardo

    La portata del brano odierno va ovviamente oltre l’aspetto “medico” del miracolo, per arrivare al momento in cui un Bartimeo qualsiasi decide di cambiare vita.
    Probabilmente si é reso conto di essere “cieco” perchè non gli riesce di vedere oltre il mondo ovattato, lucente, esteticamente accattivante ma vuoto e futile che ha rappresentato fino ad oggi il suo orizzonte.
    Ha compreso che il bagaglio di certezze e valori che ha acquisito semplicemente omologandosi alla massa non é più in grado di dargli le risposte che sempre più pressantemente sente mancargli ; e forse il primo contatto con la Fede é il coraggio di gettare via il mantello delle consuetudini, di quei finti idoli che fino a ieri gli consentivano di non pensare a nient’altro che a se stesso e di adagiarsi nell’apparire piuttosto che “essere”.
    E ciò significa vedere veramente, con gli occhi del cuore che ti proiettano verso gli altri e verso i problemi e i dolori della società.

    E’ il momento in cui urla per chiamare Gesù, perche lo guardi nel cammino che sta iniziando per giungere al Figlio dell’Uomo ; un cammino che non sarà sempre facile ma nel quale Lui ci sarà sempre e ci amerà, come amò quel giovane che non trovò il coraggio di lasciare le cose del mondo per seguirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

Visite

Visite 1.279

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 46

Da una qualsiasi SERP 4

IP unici 470

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 1

Ieri 107