Vangelo della domenica (1-01-2016)

1 GENNAIO 2016:MARIA MADRE DI DIO GIORNATA MODIALE
PER LA PACE       3 GENNAIO: II° DOMENICA DOPO NATALE

Madre di Dio
Le parole di benedizione della prima lettura del primo dell’anno sono molto belle e potrebbero essere l’augurio per il nuovo anno, soprattutto in questa Giornata mondiale della Pace.
“Ti benedica il Signore e ti custodisca”. Davanti ai giorni che ci attendono ci troviamo totalmente disarmati. Non riusciamo neppure a vedere cosa c’è dietro l’angolo. E allora cosa fare? L’atteggiamento del credente è dettato dalla fede, cioè dalla certezza che il Signore si rende presente, agisce nello scorrere ordinario della nostra esistenza. Egli tiene insieme nelle sue mani tutto il nuovo che si dispiega oggi davanti all’uomo. E’ un Dio che non solo chiama alla vita, ma la garantisce, la accresce. E la custodisce e la protegge da tutto ciò che la minaccia e la mette in pericolo.


“Il Signore faccia risplendere per te il suo volto e ti faccia grazia”. Lo splendore del volto di Dio è l’immagine del suo amore smisurato che ci raggiunge e ci strappa al potere del male. Dio non è un sovrano a cui dobbiamo strappare un gesto di benevolenza. Egli è da sempre in atteggiamento di tenerezza e di misericordia nei nostri confronti. Egli manifesta nel tempo la sua disposizione naturale a farci grazia, cioè a volerci bene in modo del tutto gratuito. Ecco perché il credente non affronta il tempo lasciandosi dominare dall’ansia e dall’affanno.
“Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace”. Pace è la sintesi di tutto ciò che la benedizione può operare nella vita dell’uomo. Essa implica un insieme di beni: prosperità, lavoro, fecondità, amicizia. E’ un insieme di beni per i quali l’uomo è chiamato a lavorare e ad impegnarsi, ma è anche dono che discende da Dio verso la sua creatura. E’ un bene-essere che corrisponde all’armonia con se stessi, con gli altri, con il mondo e che ha come sorgente l’armonia con Dio. Riservare cura a questa relazione significa costruire la pace, rispondere all’azione benefica di Dio in mezzo al suo popolo. Dio e l’uomo insieme, in una relazione carica di vitalità: ecco il grande segreto che cambia il presente ed apre le porte ad un domani migliore.

Scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 992

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 35

Da una qualsiasi SERP 4

IP unici 456

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 6

Ieri 76