Vangelo della domenica (12-11-2017)

domenica XXXII del t.o. anno a -VIGILANTI NELL’ATTESA

Gesù continua ad essere per noi il modello. Egli interroga gli avvenimenti del tempo presente per scorgere in essi la volontà di Dio e trovare la materia della sua risposta al Padre. In questo sta la sua vigilanza, che insegna e richiede anche a noi. Vigilanza significa attenzione e prontezza. Si tratta di una vigilanza attiva, fatta di responsabilità e disponibilità.
Il nostro è un tempo di cambiamenti rapidi, che spesso sono pieni di contraddizioni e causa di sofferenze. Il cristiano, che attende sempre un incontro salvante con il Signore, non può vivere il tempo con rassegnazione passiva, ma può mostrare la sua disponibilità nella lotta contro il male, qualunque sia la forma in cui gli si presenta.


Il vangelo parla dell’attesa cristiana attraverso la parabola delle “dieci vergini”: Il momento culminante del racconto è il conflitto che divide il gruppo all’arrivo dello sposo: chi è pronto può accedere alla festa nuziale, chi si è addormentato perde l’occasione. La parabola, nella sua drammaticità, diventa un appello alla decisione.
La prima lettura presenta la sapienza come luce che guida il cammino della vita. Il saggio si lascia guidare da Dio e si tiene lontano dal male. Lei stessa assume l’iniziativa: vuole essere cercata e per quelli che la cercano diventa un tesoro prezioso.
Per la seconda lettura il cristiano è “colui che ha speranza”, la quale può nascere soltanto da una fede autentica in Gesù risorto: anche coloro che sono morti, Dio li radunerà per mezzo di Gesù insieme con lui.

scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 1.008

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 36

Da una qualsiasi SERP 3

IP unici 560

Ultimi 30 minuti 2

Oggi 38

Ieri 93