Vangelo della domenica (17-09-2017)

domenica XXIV del t.o. anno a – SPEZZARE  LA CATENA DELL’ODIO

Il dono della riconciliazione, attraverso il perdono chiesto e donato, viene da Dio e i cristiani possono essere nel mondo il segno visibile di tale possibilità di spezzare la catena dell’odio nei rapporti umani. Questa visione non è un sogno, ma richiede una seria consapevolezza: ossia, che la pace vera non può nascere da un pacifismo ideologico, per quante bandiere dispieghi nelle sue manifestazioni di piazza, ma può essere promossa e realizzata da autentici costruttori di pace, capaci di incontro, di accoglienza e di condivisione.


Nella prima lettura ascoltiamo parole di saggezza: il saggio ricorda come l’ira porti a conflitti e divisioni. Chi perciò dà spazio alla collera non può che provocare ostilità e lotta, portando discordia anche tra persone pacifiche. Per questo il discepolo del saggio è invitato a non assecondare sentimenti di vendetta e a non cercare la rissa come soluzione dei problemi.
La parabola del vangelo parla di un servo impietoso, immagine dell’uomo che Gesù invita a convertirsi: chi vuole seguire Gesù è chiamato a convertire la logica della vendetta in atteggiamento di perdono. Si tratta di una sfida valida per ogni tempo e attuale anche nel nostro: una provocazione impegnativa, ma che apre la strada a una possibilità creativa nella gestione delle relazioni.
La seconda lettura ci offre il fondamento di questa prassi cristiana: la capacità di riconoscere la centralità di Cristo nella vita conduce il credente a non chiudersi su sé stesso, ma a dare un’apertura continuamente nuova e innovativa alla sua esistenza.

scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 1.034

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 37

Da una qualsiasi SERP 0

IP unici 433

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 6

Ieri 19