Vangelo della domenica (23-09-2018)

domenica XXV del t.o. anno b- CONTRO LA RICERCA DEI PRIMI POSTI

La contestazione più radicale ad una concezione del potere come dominio e sfruttamento degli altri è la vita stessa di Gesù. La ricerca dell’onore di Dio e del suo primato, che sta alla base della visione del “regno di Dio” da Gesù annunciato, è contrario alla ricerca di onori e primi posti. Gesù chiede di seguirlo nella sua missione di Servo, nella mitezza e umiltà, nell’aiuto ai poveri, nell’essere in mezzo a loro “come colui che serve”. La chiesa, al vertice e alla base, trova qui delineata la sua missione nel mondo, ed anche la scala dei valori da proporre e da difendere.


Il vangelo propone un cammino di fede non facile per i discepoli di Gesù: di fronte ad un insegnamento che parla di sofferenza, umiltà e servizio è più che comprensibile la loro inquietudine e la paura delle conseguenze. In effetti la fede esige coraggio. Il coraggio innanzitutto della fiducia, che Gesù esemplifica con l’immagine di un bambino che egli pone in mezzo a loro. Il contrasto tra l’agire del giusto e quello dell’empio (prima lettura), è profetico rispetto alla persecuzione che i cristiani incontrano nel mondo, da sempre, ma è anche un invito a reagire alle logiche umane di dominio e di sopraffazione.
Per una vita di giustizia nella pace la seconda lettura invita ad accogliere la sapienza che viene da Dio e che è guida per una “buona condotta ”e contrasta la presunta saccenteria del mondo che difende interessi e arbitri egoistici.

scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 1.004

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 36

Da una qualsiasi SERP 3

IP unici 559

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 34

Ieri 93