Vangelo della domenica (24-06-2018)

Natività di San Giovanni Battista – UN UOMO MANDATO DA DIO

Giovanni Battista fa risuonare sulle rive del Giordano la “voce” che invita alla conversione: egli è il portatore della parola di Dio e testimone della sua presenza. Così egli prepara la strada a Gesù. Egli è profeta, come Gesù dirà: il più grande dei profeti di Israele. Egli “immerge” nelle acque del Giordano, simbolo di purificazione, ma il suo vero scopo è portare a Gesù: il suo stesso nome richiama la sua missione: Giovanni significa “Dio fa grazia”.


Nel vangelo il racconto della nascita straordinaria di Giovanni prepara all’annuncio di un’altra nascita, quella di Gesù. La speranza di Elisabetta può diventare la speranza di ogni credente: che Dio sia presente e guidi anche la nostra vita.. Allora potremo provare quella gioia ed esultanza che la nascita del Battista portò nella sua famiglia.
Dio rimane fedele alla sua promessa: questo è il centro della prima lettura che anticipa il tema del vangelo. Esprime una risposta accogliente: “il mio diritto è presso il Signore, la mia ricompensa presso il mio Dio”.
Nella seconda lettura Paolo riassume la predicazione di Giovanni: “Io non sono quello che voi pensate! Ma ecco, viene dopo di me uno, al quale io non sono degno di slacciare i sandali”.

scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 1.007

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 36

Da una qualsiasi SERP 0

IP unici 409

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 4

Ieri 11