Vangelo della domenica (26-04-2015)

IL BUON PASTORE

buon pastoreIn questa quarta domenica di Pasqua in tutti e tre gli anni liturgici (A,B,C) si celebra la domenica del Buon Pastore rileggendo alcuni versetti del capitolo 10 di Giovanni.
Di solito in questa domenica si celebra anche la giornata per le vocazioni di speciale consacrazione e ai tempi del Seminario, era questa la domenica per far conoscere la vita quotidiana di coloro che scelgono di seguire Gesù nella via del presbiterato. Forse oggi a sentir parlare di gregge, pecore e pastore ci viene subito in mente una vita fatta di odori non troppo belli, di non tanta pulizia ma ai tempi di Gesù questa era la realtà di molti che lavoravano facendo proprio i pastori; non per niente la notte di Natale il primo annuncio della nascita del Salvatore viene fatto proprio ai pastori. Prima di prenderne con troppa facilità le distanze, rileggiamo con molta attenzione il testo del Vangelo di questa domenica (Gv 10,11-18).


Nell’Antico Testamento, dove il termine pastore è usato soprattutto per designare i capi (i re di Israele) e le varie autorità (civili e religiose). Durante l’esilio babilonese il profeta Ezechiele scrive una pagina molto dura (capitolo 34) contro i pastori d’Israele, rimproverati di essere la rovina del popolo. Ma è attraverso il profeta che il Signore promise un suo personale intervento futuro:’ Perciò dice il Signore Dio: Ecco, io stesso cercherò le mie pecore e ne avrò cura… (Ez 34,11-12). Così il Signore in persona si presenta come pastore: al contrario dei pastori umani che non hanno fatto bene il loro lavoro, Dio promette di cercare e curare le sue pecore.
Nella tradizione giudaica dunque era radicata la convinzione che l’autentico pastore di Israele fosse il Signore in persona. Così si capisce che Gesù rivendica per sé un titolo divino e messianico, affermando implicitamente: ’ io sono il pastore di cui hanno parlato i profeti, io sono quel pastore suscitato da Dio, io sono l’intervento di Dio in persona, io realizzo le sue promesse’. Gesù è il buon pastore, il pastore ‘bello’ perché vero e ideale. Ma dalla verità del Buon Pastore nasce anche la sua bellezza. Oggi facciamo della bellezza solo un fatto esteriore dimenticandoci spesso che essa è un fatto di cuore e di vita. Da una vita vera nasce anche una vita bella senza bisogno di tanti prodotti cosmetici.
La bellezza del Buon Pastore sta poi nel suo dare la vita per le ‘pecore’, cioè per tutti gli uomini. Gesù dà la vita per noi senza riserve e ci ama conoscendo ciascuno per nome. Alcuni di noi andranno sabato 9 maggio a vedere a Torino la Sacra Sindone. Eppure c’è nell’Uomo dei dolori che il Sacro lenzuolo mostra , una bellezza e una pace che nasce dal dolore, dalla croce e dalla morte.
Noi abbiamo anche la fortuna di avere a Lucca in cattedrale il ‘Volto Santo’, volto del Signore severo ma dolce che dall’alto della croce ‘guarda’ ciascuno di noi.
Bisogna fidarci allora del Signore fino in fondo, nella convinzione che costruire su di Lui (At 4,11) significa realizzare una vita buona e piena.
Papa Francesco parla di una realtà dove c’è bisogno di pastori con l’odore delle pecore. Questo non vale solo per i sacerdoti o i religiosi, ma vale anche per i genitori, per gli insegnanti e per coloro che hanno un ruolo educativo nella società. Avere addosso ‘l’odore delle pecore’ è vivere stando insieme agli altri, cercando di ascoltare e comprendere le situazioni di vita di ciascuno.
San Giovanni Bosco scrive che l’educazione è un fatto di cuore.
Si potrebbe dire che per ogni cuore esiste una chiave che sa aprirlo verso il bene e che il Signore possiede tutte le chiavi. Ritorniamo a Lui, andiamo al Buon Pastore e ascoltiamo la sua parola per seguirlo, ossia per realizzare con Lui un rapporto personale. Sarà la via per realizzare la nostra libertà e dignità, fino ad accettare di assumere con l’aiuto di Gesù la responsabilità di essere pastori di quanti la vita ci ha affidati, accompagnandoli verso una fede consapevole e adulta.

Scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 1.036

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 37

Da una qualsiasi SERP 0

IP unici 438

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 0

Ieri 104