Vangelo della domenica (26-11-2017)

N.S. Gesù Cristo Re dell’Universo -TU CI GUIDI, SIGNORE, ALLA VITA

La solennità di Cristo Re intende celebrare la centralità di Gesù nella storia umana. In lui trova compimento il progetto di Dio sull’umanità: secondo la felice intuizione di Paolo, il progetto di ricapitolare in lui tutte le cose, quelle del cielo, come quelle della terra.

Questa convergenza di tutto in Gesù Signore non è però un fatto meccanico, è piuttosto frutto del dialogo salvifico nel quale il Padre offre all’uomo la sua vita divina e sollecita ogni essere umano ad una risposta accogliente: solo attraverso questo dialogo, che ha in Gesù il suo perno e nello Spirito di Dio la sua forza, l’umanità potrà superare divisioni e conflitti per un futuro di pienezza e di riconciliazione. L’immagine principale ripresa dal vangelo è quella del re-pastore che giudica il suo gregge; si tratta di un giudizio che vuole mettere in evidenza ciò che è davvero importante per la vita dell’uomo, ciò che è decisivo per la sua riuscita. Nel linguaggio cristiano il contenuto di tale giudizio è stato riassunto con l’espressione: opere di misericordia. A queste infatti rimanda il vangelo annunciato da Gesù.
L’immagine del pastore che ama e guida le sue pecore, che va alla loro ricerca e sta in mezzo ad esse, è al centro anche della prima lettura: suggerisce lo stile di Dio, ricco di amore e di attenzione verso il suo popolo.
Senza la speranza nella risurrezione i cristiani sarebbero da compiangere più degli altri esseri umani; così conclude Paolo, nella seconda lettura, la sua riflessione sulla centralità e il ruolo di Gesù nella vita della comunità cristiana.

scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 1.035

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 37

Da una qualsiasi SERP 0

IP unici 411

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 16

Ieri 27