Vangelo della domenica (3-03-2019)

VIII domenica del t.o. anno c -LA PAROLA CHE GIUDICA E GUIDA

L’insegnamento contenuto nel “discorso della pianura” in Luca rappresenta una proposta esigente, di non facile realizzazione perché contrasta con i sentimenti e le inclinazioni dell’animo umano. Ma il cristiano ha fiducia che la parola di Dio dà fondamento alla vita e guida alla conversione del cuore. Fiduciosi nella grazia di Dio e impegnati a collaborare con l’aiuto donato, la parola di Gesù può essere tradotta in gesti concreti, come attesta la testimonianza di tanti cristiani che ci hanno preceduto o che possiamo incontrare anche oggi.Il vangelo ci invita a restare aperti alla guida di Gesù e a vivere i rapporti con gli altri all’insegna della misericordia. Nessuno può diventare giudice di un altro, ma ognuno è tenuto a condurre la propria vita senza ipocrisia, nella consapevolezza che la sua Parola sostiene il nostro impegno.
L’invito a vagliare il proprio parlare e il proprio agire è al centro della prima lettura. Come Dio si è manifestato nella sua parola e nelle sue opere, anche ul credente manifesta la sua fede tramite il suo parlare e il suo agire.
Rimanere saldi nella fede, perciò, è l’esortazione della seconda lettura. La fede in Gesù è luce per la vita dei cristiani: così si conclude la riflessione sul significato della risurrezione per chi ha creduto in lui.

scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite 1.482

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 53

Da una qualsiasi SERP 16

IP unici 342

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 0

Ieri 35