vangelo della domenica (9-07-2017)

XIV domenica t.o. anno a -LA LEGGE DEL REGNO DI DIO

Il vangelo di oggi evidenzia un conflitto che è perennemente attuale: coloro che si ritengono “sapienti” tendono a sottovalutare, forse anche a disprezzare, la gente “umile”, gli ultimi. L’annuncio del regno di Dio non è una manifestazione di dominio, ma di vicinanza, alleanza, solidarietà con l’uomo e particolarmente con gli ultimi. Questo è il grande paradosso del cristianesimo: il “giogo” di cui parla Gesù non può essere vissuto come un “peso” caricato sulle spalle della gente, è piuttosto “dolce e leggero”! E anche: “Dio ha scelto ciò che nel mondo è stolto per confondere i sapienti… ciò che nel mondo è debole per confondere i forti” (1Cor 1, 26ss).


La Parola ci offre oggi lezioni di umiltà e invita a seguire Gesù su questa strada. La prima lettura accosta la figura del messia non a quella dei sovrani del tempo, ma a quella di un “re” umile e giusto che viene a spezzare l’arco della guerra e a promulgare la pace tra le nazioni.
Il vangelo riporta le parole di gesù: “Venite a me voi tutti che siete affaticati e oppressi e io vi ristorerò”. Gesù, dunq1ue, porta a compimento la figura messianica annunciata nella prima lettura: è lui il re ite e umile di cuore, che non impone un giogo opprimente, ma si affianca nel nostro cammino per esserci guida al Padre.
Nella seconda lettura ascoltiamo come lo Spirito che Gesù dona ci rende partecipi della sua vita e ci dona la vera libertà, così che possiamo corrispondere alla grazia e avere la vita nuova ricevuta in dono.

scarica foglietto della domenica

Archivi

Visite

Visite 998

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 36

Da una qualsiasi SERP 4

IP unici 568

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 8

Ieri 27