Attualità (5-03-2017)

LA PARROCCHIA ESPERIENZA DI COMUNITA’ (seconda parte)

Pubblichiamo di seguito la prima parte dello schema di lavoro dato dall’Arcivescovo a tutte le comunità.
Come specificato dal vescovo è chiesto a ciascun cristiano di leggere e di rispondere per scritto alle schede. Una sintesi, meglio se per gruppi, dovrà essere presentata in parrocchia entro la Pasqua . E’ un impegno gravoso di cui ringraziamo il Vescovo, perché ci permette di discutere della nostra chiesa mettendoci soprattutto in ascolto dello Spirito Santo.UNA CHIESA IN MISSIONE 

SCHEDA 1

Obiettivo Condividere la responsabilità della missione della chiesa chiamata a scorgere i ‘segni del Regno’ e a proporli essendo essa “in qualche modo il sacramento, ossia il segno e lo strumento dell’intima unione con Dio e dell’unità di tutto il genere umano” (Lumen Gentium 1).

Contenuto da approfondire
La parrocchia non è il luogo in cui soddisfare le proprie esigenze religiose, ma una comunità viva dove si incontra il Signore e da lui si accoglie il mandato di continuare nella storia, nella vita di ogni giorno, la sua missione. La Chiesa, infatti, è posta sulla strada e di conseguenza comprende se stessa e si organizza nei ministeri e nel contenuto del messaggio evangelico che porta perché ha una missione. Una Chiesa che rinuncia alla missione è condannata a vivere rimpiangendo un passato che non c’è più; essa può vincere la tentazione di autosufficienza e chiusura, solo seguendo l’attrattiva della grazia che la spinge sulle vie dell’umanità: è una questione di fede!
Domande per stimolare la riflessione
• Quali cambiamenti sono avvenuti nel territorio della comunità parrocchiale?
• Questi cambiamenti e i problemi nuovi (es. fragilità delle famiglie e dei giovani, disoccupazione, immigrazione, razzismo…) come entrano nella riflessione e nella vita della comunità?
• I cristiani della comunità come sono presenti negli ambiti in cui si elabora il senso della vita personale e collettiva: scuole, luoghi di cultura, associazioni, volontariato, istituzioni politiche…
• Una comunità parrocchiale deve essere attenta a queste cose? Perché?
• Attraverso quali suoi membri la comunità si rende presente e si fa voce nelle questioni vissute dalla gente ?
• Delineare i tratti condivisi per una “chiesa nella città” (Lucca-Viareggio).
FINE SECONDA PARTE – CONTINUA NEL FOGLIO SETTIMANALE PER TUTTO IL PERIODO DELLA QUARESIMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

Visite

Visite 1.359

Giorni nell'intervallo 28

Media visite giornaliere 49

Da una qualsiasi SERP 0

IP unici 516

Ultimi 30 minuti 0

Oggi 21

Ieri 143